Walter Ricciardi: “Possibilità di nuovi focolai COVID-19 e nuove zone rosse”

218

Walter Ricciardi, consulente del Ministero della Salute e rappresentante dell’Oms sembra non avere dubbi: “Teniamoci pronti a migliaia di cluster”, dichiara in un’intervista a Il Messaggero avvertendo circa la possibilità che possano emergere nuovi focolai in alcuni territori, con la conseguente creazione di zone rosse. “Ci dobbiamo far trovare pronti. Tutti ci auguriamo che, con tutte le misure messe in campo e i comportamenti corretti da parte delle persone, non si arrivi a questa situazione. Però normalmente in epoca autunnale e invernale, si sa che tornano i virus respiratori, come quello dell’influenza e della parainfluenza, le polmoniti e probabilmente anche il nuovo coronavirus. Dobbiamo prepararci al fatto che i numeri si alzino. Il tracciamento manuale che si sta facendo in questi giorni è importante, ma è essenziale che venga potenziato col tracciamento tecnologico” sottolinea Ricciardi. “Finora le Regioni stanno rispondendo bene nel contenere i nuovi cluster. Ma è chiaro che in questo momento, dato il numero estremamente limitato di focolai, è possibile reagire più facilmente. Se si arriva a una situazione di migliaia di cluster, bisogna essere aiutati dal tracciamento tecnologico, altrimenti non si riesce a fronteggiarli. Il tempo e le risorse che si impiegherebbero, sarebbero talmente tanti che non ce ne sarebbe la possibilità.”