Vitamina C in gravidanza diminuisce il rischio di asma nei bambini

1454

Alcuni ricercatori della Oregon Health & Science University hanno voluto verificare se i bambini nati da madri che hanno assunto integratori di vitamina C hanno meno probabilità di sviluppare l’asma, patologia che, spiegano, è difficile da diagnosticare nel primo anno di vita. Sembra che aver fatto assumere vitamina C alle fumatrici durante le gravidanze abbia aiutato i nascituri a evitare l’asma pediatrico. Un gruppo di donne ha assunto 500 milligrammi al giorno di vitamina C, rispetto a un secondo gruppo che ha invece assunto vitamina C per 60 milligrammi al giorno. I risultati evidenziano che il dosaggio massimo di vitamina C durante la gravidanza ha ridotto i casi di asma, con un vantaggio soprattutto per la salute dei piccoli.

Lo studio accompagnerà i bambini fino all’età di sei anni, per vedere se la vitamina C ha un effetto a lungo termine sul miglioramento della salute respiratoria infantile. “Nonostante gli evidenti benefici della vitamina C, fare in modo che le donne smettano di fumare durante la gravidanza deve essere prioritario”, dichiara Cynthia McEvoy, pediatra della divisione di Neonatologia della Oregon Health & Science University School of Medicine. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Journal of Perinatology; di seguito riportiamo l’abstract scientifico.

ABSTRACT

Cost effectiveness of vitamin c supplementation for pregnant smokers to improve offspring lung function at birth and reduce childhood wheeze/asthma.

Yieh L1, McEvoy CT2, Hoffman SW3, Caughey AB3, MacDonald KD2, Dukhovny D2.

OBJECTIVE
To determine the implications of supplemental vitamin C for pregnant tobacco smokers and its effects on the prevalence of pediatric asthma, asthma-related mortality, and associated costs.

STUDY DESIGN
A decision-analytic model built via TreeAge compared the outcome of asthma in a theoretical annual cohort of 480,000 children born to pregnant smokers through 18 years of life. Vitamin C supplementation (500mg/day) with a standard prenatal vitamin was compared to a prenatal vitamin (60mg/day). Model inputs were derived from the literature. Deterministic and probabilistic sensitivity analyses assessed the impact of assumptions.

RESULT
Additional vitamin C during pregnancy would prevent 1637 cases of asthma at the age of 18 per birth cohort of pregnant smokers. Vitamin C would reduce asthma-related childhood deaths and save $31,420,800 in societal costs over 18 years per birth cohort.

CONCLUSION
Vitamin C supplementation in pregnant smokers is a safe and inexpensive intervention that may reduce the economic burden of pediatric asthma.