“I vaccini Covid-19 aggiornati offrono all’incirca la stessa protezione dei vaccini già esistenti”

La speranza era che i vaccini aggiornati, basati sulle varianti di Omicron, offrissero una protezione sostanzialmente maggiore rispetto ai vaccini più “vecchi”, basati sul virus originale emerso nel 2019. I risultati di un recente studio, che ha confrontato i composti di ultima generazione con quelli già ampiamente somministrati, lasciano però piuttosto delusi, perlomeno in quanto ad efficacia. La ricerca, pubblicata su Nature, suggerisce che i booster aggiornati sembrano offrire all’incirca la stessa protezione di una dose extra dei vaccini più vecchi, in particolare quando si tratta di evitare i ricoveri. “Questo non è una sorta di super-scudo contro le infezioni rispetto a quello che si sarebbe potuto ottenere 2 settimane fa o 1 mese fa”, dichiara John Moore, vaccine scientist non coinvolto nello studio, della Weill Cornell Medicine di New York City, in un commento pubblicato sul server di pre-print medRxiv lo scorso 26 agosto. “Le autorità di regolamentazione degli Stati Uniti e del Regno Unito – aggiunge – avrebbero dovuto prendere in considerazione la potenziale efficacia dei vaccini aggiornati prima di autorizzarli.”