Vaccinazioni: bene operatori sanitari e ospiti RSA, ma dai 70 ai 79 anni vaccinato il 3,4%

202

Il grosso della campagna vaccinale è ancora tutto da realizzare. A oggi, solo 1 italiano su 6 i ha ricevuto la prima dose di vaccino anti-Covid. Preoccupa soprattutto il fatto che tra i 70-79enni, ovvero tra coloro maggiormente a rischio, solo al 30,14% sia stata somministrata la prima dose, percentuale che scende addirittura al 3,4% per i soggetti che le hanno ricevute entrambe; sono ancora 4,2milioni le persone appartenenti a questa fascia d’età ancora in attesa della prima. A oggi, gli over80 che hanno ricevuto la prima dose di vaccino sono il 76,09%; quelli già immunizzati poco meno della metà (il 45,19%) mentre quasi 1/4 (23,9%, poco più di 1milione) è ancora in attesa della prima dose. Le percentuali di immunizzati cominciano a essere davvero considerevoli – in media 3 su 4 – sia tra gli operatori sanitari sia tra gli ospiti delle Rsa.

Alle 15.20 di domenica 18 aprile, il sistema di monitoraggio della struttura commissariale per l’emergenza Covid rilevava 15.099.777 somministrazioni, dall’inizio della campagna vaccinale, con l’87,2% delle dosi fornite alle Regioni inoculate, come riportato dalla struttura coordinata dal commissario Francesco Figliuolo. Viene inoltre data notizia della distribuzione in corso delle oltre 400mila dosi di vaccino Moderna. La campagna vaccinale registra inoltre il picco di somministrazioni in 24 ore, ovvero 347.279 dosi; un’accelerazione sottolineata anche dal ministro della Salute, Roberto Speranza. Secondo il report del Governo, nell’ultima settimana le prime dosi somministrate hanno superato i 10,1 milioni, con una media di 291mila al giorno.