USA. Reazione allergica grave al vaccino Pfizer-BioNTech

318

Una donna avrebbe sviluppato una grave razione allergica in seguito alla somministrazione del vaccino Pfizer-BioNTech; le sue condizioni sono ora stabili. Si tratta di un’operatrice sanitaria in servizio presso il Barlett Regional Hospital di Juneau, Alaska. A riportarlo è il New York Times, che cita fonti della stessa struttura sanitaria, presso la quale l’operatrice lavora e ha ricevuto la dose. A destare preoccupazione sarebbe in particolare l’assenza nella storia clinica della paziente di precedenti per reazioni allergiche, così come sottolineato dalla stampa statunitense. Nonostante questo, la donna avrebbe sviluppato una reazione allergica grave 10 minuti dopo la somministrazione del farmaco. Somministrazione avvenuta, peraltro, a favore di telecamere lo scorso 11 dicembre, nell’ambito della campagna governativa di sensibilizzazione nei confronti del vaccino.

Nei giorni scorsi, l’MHRA (Medicines and Healthcare products Regulatory Agency), agenzia regolatrice inglese dei farmaci, aveva raccomandato di non somministrare il vaccino a chi in passato avesse già sofferto di significative reazioni allergiche. Questo nuovo caso aumenta dunque la preoccupazione per le possibili reazioni avverse al vaccino Pfizer-BioNTech, in quanto la donna, che in passato non avrebbe mai sofferto di reazioni di tipo allergico, avrebbe rischiato di perdere la vita.