Unicef: Ospedale San Luca di Lucca “amico delle bambine e dei bambini”

303

L’Ospedale San Luca di Lucca (Azienda USL Toscana nord ovest) è stato ufficialmente ri-accreditato dall’Unicef Italia come Ospedale amico delle bambine e dei bambini per tutti i servizi e le attività volte a favorire l’allattamento. Si conferma il riconoscimento avuto per la prima volta nel 2007 e riconfermato già in altre 2 occasioni. La cerimonia di ufficializzazione si è svolta ieri, 6 giugno. Un accreditamento che conferma il San Luca nei servizi al nascituro e alla neomamma. L’offerta del rooming-in continuativo e garantito permette fin da subito ai genitori di stare insieme ai propri neonati. L’ospedale offre questa stessa possibilità anche presso altri reparti, in caso di ricovero successivo di una mamma o neonato in allattamento, garantendo così la continuità nel rapporto di famiglia. “L’ospedale di Lucca, oltre che moderno e tecnologico, si conferma amico delle bambine e dei bambini”, commenta il direttore generale dell’Ausl Toscana nord ovest, Maria Letizia Casani. “La pergamena che ci è stata consegnata stamani ha un grande valore perché questo riconoscimento internazionale viene conferito dall’Unicef alle strutture che dimostrano di applicare concretamente tutti i criteri previsti, a livello di competenze, assistenza e organizzazione dei servizi, per l’allattamento e l’alimentazione infantile. È dunque la certificazione di un percorso complesso e premia lo sforzo compiuto quotidianamente dai nostri operatori per un continuo e costante miglioramento e aggiornamento delle attività. Per ottenere – e per vedere confermato – questo bollino di qualità gli ospedali devono infatti attuare con successo una vera e propria trasformazione dell’assistenza a mamme e bambini, applicando dieci passi per la protezione, la promozione e il sostegno dell’allattamento materno. In questi anni il personale del settore materno-infantile ha dovuto acquisire e mantenere una nuova mentalità, che pone al centro della propria attenzione la coppia mamma-bambino nel segno della concreta applicazione dei diritti dell’infanzia promossi da Unicef. Ringrazio quindi di cuore tutti i nostri operatori, che partecipano con entusiasmo a ogni iniziativa di formazione, aggiornamento e miglioramento della qualità e che in questo 2022 ci hanno permesso di confermare un significativo risultato (la rivalutazione doveva essere effettuata nel 2020 ma è stata rimandata a causa della pandemia Covid-19).”

“Come Unicef in Italia promuoviamo il programma Insieme per l’Allattamento, con 31 Ospedali Amici dei bambini, 7 Comunità riconosciute dall’Unicef come Amiche dei bambini, 4 Corsi di Laurea riconosciuti Amici dell’Allattamento e oltre 900 Baby Pit Stop, spazi dedicati a tutte le famiglie in cui poter allattare e prendersi cura dei propri figli”, spiega Carmela Pace, presidente Unicef Italia. “Proseguire nel riconoscimento di Ospedale Amico significa mantenere l’impegno in un percorso di promozione e attuazione di buon pratiche che consentano la migliore assistenza per le madri e i loro bambini, ricevendo cure tempestive e adeguate in questo momento speciale nella vita di una famiglia.”

Alla cerimonia sono intervenuti: per l’Asl il direttore generale, Maria Letizia Casani; il direttore del Dipartimento Materno Infantile, Ugo Bottone; il direttore del Dipartimento Infermieristico Ostetrico, Andrea Lenzini; il direttore dell’Area Pediatrica, Luigi Gagliardi; il direttore della Struttura Assistenza Infermieristica di Lucca, Paolo Galoppini; il direttore aziendale della Struttura Assistenza Ostetrica nell’ambito del Dipartimento Infermieristico Ostetrico, Cinzia Luzi; la referente aziendale Allattamento, Giulia Fantoni (ostetrica con incarico di coordinamento per i percorsi assistenziali); la responsabile dell’attività consultoriale della Piana di Lucca e direttrice a livello aziendale della Struttura di Psicologia della Continuità Ospedale-territorio, Patrizia Fistesmaire. Moreno Marcucci, per la direzione di presidio dell’ospedale San Luca; il direttore della struttura di Neonatologia e Pediatria di Lucca, Angelina Vaccaro; il direttore della Struttura di Ostetricia e Ginecologia di Lucca, Gian Luca Bracco; la pediatra referente del progetto Ospedale Amico per l’Ospedale San Luca, oltre che referente aziendale per l’allattamento, Sara Lunardi. Presente anche l’ex direttore aziendale del Dipartimento Materno Infantile aziendale ed ex direttore della Struttura di Neonatologia e Pediatria Lucca, Raffaele Domenici, che aveva coordinato i precedenti percorsi.