“Una culla per la vita”. Iniziativa benefica per l’Ospedale Buzzi di Milano

218

Un neonato gravemente prematuro può arrivare a pesare anche 500g e fin dai primi istanti di vita e per le successive settimane, spesso mesi, ha bisogno di cure molto speciali perché non ha ancora maturato del tutto organi e apparati e non è ancora capace di adattarsi alla vita fuori dal grembo materno. In Italia ogni anno nascono circa 40mila i nati pretermine, il 10% di tutti i nati vivi in Italia. A Milano, all’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi, centro di riferimento per l’assistenza specialistica in campo materno infantile, ogni anno vengono ricoverati quasi 500 neonati prematuri nel reparto di Terapia Intensiva e Patologia Neonatale.

L’associazione OBM, Ospedale dei Bambini Milano Buzzi Onlus, opera da 15 anni per garantire a questi piccolissimi la migliore cura possibile finanziando l’acquisto di culle incubatrici per la massima protezione del neonato. Proprio con questo obiettivo dal 10 novembre al 7 dicembre 2019 promuove la campagna “Una Culla per La Vita”. Inviando un sms o chiamando da rete fissa il numero 45580 si può contribuire all’acquisto di una culla termoregolata di ultima generazione, capace di ricreare il più possibile le condizioni in cui il piccolo si trova nel grembo materno. La culla è inoltre dotata di un sistema audio avanzato che permette di trasmettere al neonato la voce della mamma e di intervenire a livello terapeutico anche attraverso la musicoterapia. “La culla permette una termoregolazione ideale per il neonato gravemente prematuro e sottopeso in tutte le sue fasi di crescita”, commenta Gianluca Lista, pediatra e direttore dei reparti di Neonatologia, Patologia e Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale. “Abbinato alla culla c’è inoltre un sistema di monitoraggio multiparametrico centralizzato che consente il costante controllo dei parametri vitali del neonato.”