Un bavaglino ricamato per salvare i neonati dal fumo passivo

1717

L’importanza di un ambiente smoke-free è rilevante sin dalla nascita e gioca un ruolo fondamentale anche nella prevenzione della morte in culla: “È noto che il fumo in gravidanza provoca danni rilevanti sul feto. Evitare l’esposizione del neonato al fumo passivo è inoltre una delle pratiche raccomandate dai medici esperti di SIDS, per garantire il più possibile al piccolo una ‘nanna sicura’, insieme alla corretta posizione supina nel sonno e all’allattamento al seno. L’esposizione a fumo nel corso della gravidanza triplica infatti il rischio di SIDS, secondo i dati di letteratura, e l’esposizione al fumo passivo nei primi mesi di vita lo raddoppia. Recentemente alcuni studi hanno poi evidenziato il rischio legato al fumo di cosiddetta ‘terza mano’, cioè quello che impregna abiti, pareti e tessuti di casa e che sarebbe particolarmente nocivo sul sistema immunitario ancora immaturo di neonati e lattanti”, spiega la Dott.ssa Patrizia Savant Levet, Direttore della Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale del Maria Vittoria, che martedì 31 maggio, in occasione della Giornata Mondiale Senza Tabacco, terrà un breve counselling per le neomamme quel giorno dimesse.
Per questo un bavaglino ricamato, con la scritta “non fumare grazie”, in dono a tutti i neonati dimessi dal Punto Nascita dell’Ospedale Maria Vittoria e ai lattanti visitati nei consultori pediatrici aziendali, nella giornata del 31 maggio, è il simbolo della campagna di prevenzione con cui la ASLTO2 partecipa quest’anno al World No -Tobacco Day 2016. “Il fumo passivo in ambiente domestico è un fattore di rischio importante specialmente laddove vi sono bambini e soggetti affetti da patologie cardiorespiratorie, per questo una delle iniziative che mettiamo in atto in questa occasione è rivolta alle donne con figli”, sottolinea il Direttore Generale ASLTO2, Dott. Valerio Fabio Alberti. “La promozione degli stili di vita corretti e sani è obiettivo prioritario della nostra asl, in linea con le campagne regionali per la salute”.