Tutte le restrizioni in zona arancione

239

Con il continuo aumento di contagi e ricoveri, più di una Regione rischia di rientrare in zona arancione; tra queste Liguria, Emilia-Romagna, Toscana. Nello specifico, le restrizioni della zona arancione sono previste per quelle Regioni nelle quali i casi settimanali di contagio risultino superiori a 150 ogni 100mila abitanti e quando vengano superate le soglie di ricovero del 30% per i reparti ordinari e del 20% per le intensive.

BAR E RISTORANTI
I bar e i ristoranti sono accessibili solo per coloro in possesso del green pass rafforzato; non basta dunque il certificato semplice scaricabile con un tampone. In zona arancione il super green pass è richiesto anche per le consumazioni all’aperto.

ALBERGHI
A partire dal 10 gennaio, super green pass per accedere a tutte le strutture alberghiere.

SPOSTAMENTI
Chi non fosse in possesso del green pass (base o rafforzato) non potrà uscire dal proprio Comune di residenza o domicilio se non per comprovate esigenze di salute, necessità o lavoro che dovranno essere dichiarate a mezzo di autocertificazione. Per i Comuni con massimo 5mila abitanti, resta in vigore la deroga agli spostamenti inferiori ai 30Km verso altre città, purché non siano capoluogo di provincia.

EVENTI
In zona arancione, super green pass obbligatorio anche per accedere a stadi manifestazioni sportive, impianti sciistici, musei e mostre, cinema, teatri, spettacoli, feste e ricevimenti conseguenti a cerimonie civili o religiose (ad esempio, matrimoni), sale scommesse, terme, anche all’aperto, centri benessere, palestre e piscine, anche all’aperto.

SPORT
Consentite le attività sportive all’aperto, e che non prevedano spogliatoi.

UFFICI
La certificazione verde non è richiesta agli utenti di uffici pubblici o postali.

SUPERMERCATI E CENTRI COMMERCIALI
In zona arancione, per accedere ai centri commerciali in giorni festivi o prefestivi occorre essere muniti del green pass rafforzato. L’accesso ai negozi nei centri commerciali nei giorni feriali rimane invece sempre consentito, anche senza certificazione. Nei giorni festivi e prefestivi, chi non è vaccinato o guarito dal COVID-19 può fare acquisti nei centri commerciali solo presso alimentari, edicole, librerie, farmacie e tabaccherie.