Tumori ginecologici, che cosa chiedere al medico al momento della diagnosi

80

Non è facile fare domande quando ci viene diagnosticato un tumore ginecologico magari poco conosciuto come il tumore alle ovaie. Le parole del medico ci precipitano in un buco nero, la paura e l’angoscia ci frenano. Per questo, l’associazione italiana Acto Alleanza Contro il Tumore Ovarico onlus insieme ad Engage, network europeo delle associazioni pazienti per i tumori ginecologici, hanno pubblicato la prima guida alle domande utili da fare al medico prima, durante e dopo una diagnosi di tumore ricordando che non bisogna mai avere paura di chiedere. La Guida si articola in 12 brevi capitoli e contiene la lista di tutte le domande da porre al medico durante la prima visita e dopo la visita quando si deve decidere. Seguono tutte le domande da fare sull’intervento chirurgico, sulla chemioterapia, sulla radioterapia, sulle terapie biologiche, l’immunoterapia e gli anticorpi monoclonali, sugli effetti a breve e lungo termine delle terapie, sulla dieta e l’alimentazione da seguire durante la malattia.

“Davanti alla malattia non dobbiamo avere paura di fare domande. Non esistono domande stupide o sbagliate. Dobbiamo chiedere il più possibile perché ogni informazione in più che riceviamo dal medico ci aiuta a trovare la strada giusta e ad affrontare più consapevolmente la nostra malattia”, dichiara Nicoletta Cerana, presidente di Acto onlus. La Guida alle domande utili è stata realizzata con la collaborazione del Comitato Esecutivo di Engage, del prof. Murat Gultekin, co-chair Engage, e della dott.ssa Emanuella De Palma, ginecologa oncologa presso la Lega Tumori di Bari. “Realizzare questa Guida mi ha fatto capire quanto scarse sono le informazioni che diamo alle nostre pazienti quando iniziano molte terapie”, afferma Murat Gultekin. “È un diritto della paziente fare domande ed avere risposte prima di decidere e noi medici abbiamo la responsabilità di spiegare e rispettare le loro preoccupazioni.” La Guida è la prima di una serie di opuscoli Acto onlus sui vari tumori ginecologici e sugli argomenti di maggior interesse in onco-ginecologia. Tutti gli opuscoli sono scaricabili gratuitamente dalla rubrica Lo Sapevi Che? del sito dell’associazione.