Tritordeum, il grano spagnolo coltivato in Puglia attivo sul colon irritabile

397

Tritordeum, questo il nome di un nuovo grano di origine spagnola e coltivato in Puglia efficace nella cura dei sintomi della sindrome del colon irritabile. È quanto rileva uno studio condotto dall’Unità di Ricerca sui Disturbi Funzionali Gastrointestinali dell’Irccs S. De Bellis, Castellana Grotte (Bari), coordinata dal dott. Francesco Russo. Il Tritordeum, che non è un organismo geneticamente modificato, ha una composizione proteica del glutine diversa da quella del grano, con meno fruttani e meno carboidrati e un più alto contenuto in proteine, fibre dietetiche e antiossidanti. I ricercatori hanno selezionato con appositi questionari un gruppo di pazienti affetti da sindrome del colon irritabile e studiato gli effetti di una dieta di 12 settimane con pane, pasta e prodotti da forno a base di Tritoderdum in sostituzione di altri cereali sul profilo dei sintomi gastrointestinali. “I risultati di questa alimentazione, senza l’utilizzo di alcun farmaco o integratore sono stati una significativa riduzione della sintomatologia, un miglioramento complessivo della barriera gastrointestinale come dimostrato dalla diminuzione dell’infiammazione della mucosa intestinale e dalla correzione dello squilibrio della flora batterica in senso fermentativo”, spiega Russo. I sintomi del colon irritabile sono caratterizzati da dolori addominali, a volte sotto forma di crampi, diarrea, sensazione di pancia gonfia, digestione rallentata, meteorismo e senso di malessere generale.