Per il trattamento anti-Covid , l’AIFA approva 3 farmaci: anakinra, baricitinib e sarilumab

210

I pazienti ospedalizzati con polmonite e necessità di supporto respiratorio perché positivi al Covid-19 potranno essere trattati con anakinra, baricitinib e sarilumab. A sancirlo è AIFA , l’ente regolatorio del farmaco in Italia. Il trattamento con i 3 farmaci non sarà a pagamento, perché il Cda “ha approvato l’inserimento dei tre farmaci anakinra, baricitinib e sarilumab nell’elenco della L.648/96, che consente la copertura a carico del Servizio Sanitario Nazionale”, spiega Aifa in una nota. “Il provvedimento sarà efficace dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.”

“Nella riunione straordinaria del 23 settembre – prosegue la nota – la Commissione tecnico scientifica (Cts) di Aifa ha valutato le nuove evidenze che si sono rese disponibili all’utilizzo per il trattamento del Covid-19 di anakinra, baricitinib e sarilumab, farmaci immunomodulanti, attualmente autorizzati per altre indicazioni. I tre farmaci, pur avendo proprie specificità, si aggiungono al tocilizumab nel trattamento di soggetti ospedalizzati con Covid-19 con polmonite ingravescente sottoposti a vari livelli di supporto con ossigenoterapia. Tale decisione, basata sulle evidenze di letteratura recentemente pubblicate, allarga il numero di opzioni terapeutiche e nello stesso tempo consente di evitare che l’eventuale carenza di tocilizumab o di uno di questi tre farmaci possa avere un impatto negativo sulle possibilità di cura.”