“Sono un ragazzo di 14 anni. Avrò un cancro?”

1147

DOMANDA

“Salve, sono un ragazzo di 14 anni, ansioso, ipocondriaco, stressato, scrivo qui perché è da giorni che sento sintomi strani che ora descrivo (non so se è la crescita). Dal 20 dicembre ho un linfonodo giugulo digastrico ingrossato sotto l’orecchio destro, duro non dolente e non mobile, poi ho delle fitte che non peggiorano alla gamba destra in varie parti, ma l’osso non è dolente al tatto (quindi non credo che sia osseo il dolore) poi ho anche delle fitte sul torace, mi fanno male le costole e le cartilagini lievemente al tatto, ho dei linfonodi ingrossati vicino le ascelle sopra la mammella, mobili, consistenza elastica, poco dolenti, non molto grandi, non crescono, li ho scoperti facendo la doccia, ma avverto che soffro di acne, ho brufoli e punti neri sulla schiena, torace, spalle, viso, e raso i peli sotto le ascelle a crudo, i miei sintomi descritti si sono manifestato all’improvviso, poi vorrei sapere se è la crescita, se sono cose banali oppure può essere segnale di qualche tumore osseo o muscolare, giorni fa ho avuto al risveglio la prima eiaculazione, poi per i sintomi sono in depressione e non riesco a calmarmi e vivere, spero che mi possiate tranquillizzare e rispondere.”

RISPOSTA

Buongiorno. Quando sono presenti dei linfonodi in più di una zona del corpo sarebbe bene eseguire, prima di ogni altra cosa, gli esami del sangue, in modo che si possano valutare l’emocromo e gli indici di flogosi (PCR). Sarà comunque il suo medico, al quale le chiediamo di rivolgersi dopo averne parlato anche con i propri genitori, a consigliare eventuali esami. Durante la crescita è normale che ci siano un po’ di ansia e preoccupazione in merito a ogni problema che si possa presentare, ma proprio per questo è necessario l’aiuto di persone che prima di tutto ci sono vicine, come fratelli, sorelle e genitori. Infine, la prima eiaculazione notturna non è da considerare un evento negativo e, in un certo senso, fa parte della fisiologia dell’uomo. Quindi, per riuscire a recuperare un po’ di serenità, per prima cosa parli dei suoi problemi in famiglia.