Troppo sonno può ridurre la sopravvivenza al cancro mammario

1041

Il sonno può ridurre la sopravvivenza? A prima vista potrebbe sembrare una bufala ma così non è in quanto la notizia arriva dalla prof.ssa Claudia Trudel-Fitzgerald della Harvard T. H. Chan School of Medicine di Boston, autrice di uno studio su 3.682 pazienti, pubblicato su Br J Cancer online 2017. In particolare sembra che le donne con tumore mammario che dormono almeno 9 ore per notte possano avere maggiori probabilità di andare incontro a decesso per via della loro malattia rispetto a quelle che dormono per sole 8 ore. L’eccesso di rischio, che ammonta al 46%, non riguarderebbe soltanto la durata del sonno, ma anche i cambiamenti della durata del sonno dopo la diagnosi e le difficoltà regolari ad addormentarsi o a mantenere il sonno.

Secondo alcuni esperti, i soggetti più gravi hanno maggiori probabilità di risultare affaticati per la malattia, che si tratti di tumore mammario o di altro, e pertanto sono portati a dormire di più. Nel presente studio, le pazienti che dormivano più di 9 ore avevano anche maggiori probabilità di essere obese e presentare tumori più avanzati. Bisogna considerare anche che alcuni pazienti potrebbero dormire di più in quanto fanno meno attività fisica, passano tempo a letto o soffrono maggiormente di isolamento sociale o depressione; tuttavia, in presenza di cambiamenti nella durata o nella qualità del sonno, vale sempre la pena discuterne con il medico.