Serie A FIPIC: “Le Volpi Rosse Menarini pronte alla sfida”

316

Inclusione, integrazione, passione per la vita, sul parquet e al di fuori dei palazzetti. Sono queste le caratteristiche dell’esponenziale percorso intrapreso dalle Volpi Rosse Menarini, la squadra fiorentina di basket in carrozzina che nel giugno scorso ha superato uno dei più alti traguardi, approdando nella Serie A del Campionato Nazionale della Federazione Italiana Pallacanestro In Carrozzina (FIPIC). Un successo, quello della squadra seniores, raggiunto a pochi giorni di distanza dal primo scudetto vinto dalla formazione giovanile. Questa nuova sfida è una meta che nel 2005, anno di fondazione dell’Associazione di Promozione Sociale Wheelchiar Sport Firenze, “non era che un sogno”. I ragazzi delle Volpi Rosse Menarini, title sponsor della squadra dal 2011, erano allora bambini tenaci, che oggi sono diventati dei grandi atleti professionisti. Così come sono stati grandi, nel corso degli anni, i progressi della squadra in cui sono cresciuti, grazie all’aver sempre praticato i valori dello sport e dell’inclusione sociale. “Siamo fieri di ogni giocatore e componente delle Volpi Rosse Menarini”, dichiarano Lucia ed Alberto Giovanni Aleotti, azionisti e membri del board Menarini. “Da 10 anni ne seguiamo la grinta, la volontà e la tenacia. Tengono alta la bandiera di valori veri che condividiamo in pieno, e hanno dimostrato che, con la forza del gruppo, i traguardi si raggiungono e le sfide si vincono.”

“Le persone con difficoltà, disabilità, traumi, la vita la ‘mordono’, con consapevolezza e tenacia”, commenta il presidente, Ivano Nuti. “Durante il lockdown, ad esempio, i ragazzi delle Volpi Rosse non hanno mai smesso di allenarsi, affrontando di petto la pandemia, non facendo mai un passo indietro. Un esempio per tutti. Non c’è spazio per la compassione, è lo sport a tutto tondo. I valori di Menarini quindi collimano con i nostri: su tutti, la fiducia reciproca. Uno scambio che rappresenta un bellissimo valore. Oggi affrontiamo la sfida del campionato di Serie A in questo modo, con umiltà e sapendo che non verremo mai abbandonati, ci sentiamo gli ultimi ma partiamo con una grande determinazione.”

Le Volpi Rosse Menarini, prima squadra di basket in carrozzina in Toscana, hanno rappresentato un modello anche per altre realtà regionali: Livorno, seguita poi da Pistoia. “Ho iniziato a giocare nelle Volpi Rosse a 9 anni, oggi ne ho 15”, racconta Joel Joseph Boganelli. “Ho giocato in tutte le partite della squadra giovanile, partecipando anche ad alcune di Serie B. La scorsa estate sono stato convocato nella nazionale under22 per gli Europei che si sono svolti a Lignano Sabbiadoro. Oggi, più che mai, mi sento pronto ad affrontare la Serie A con la mia squadra.”

“Ho conosciuto i valori, e qualche giocatore delle Volpi Rosse Menarini, già nel 2015”, dichiara la neo coach brasiliana Ana Lucia Cardoso, che approda alle Volpi Rosse direttamente dall’esperienza delle scorse Paraolimpiadi di Tokyo. “Adesso voglio fare un grande lavoro ed essere un riferimento per la squadra. Cercherò di fare del mio meglio.”

“La scorsa stagione si è chiusa alla grande, i giovani hanno vinto un campionato italiano, la squadra maggiore è andata in Serie A e proprio 2 giorni fa hanno vinto la Supercoppa Giovanile, successi resi possibili dall’impegno costante di Menarini, dal grande lavoro dei dirigenti e dello staff tecnico e dallo spirito di sacrificio e la dedizione dei giocatori”, commenta Cosimo Guccione, assessore allo Sport del Comune di Firenze. “Le Volpi Rosse sono ormai una realtà consolidata dello sport fiorentino. Ringrazio Menarini, dirigenti, giocatori e tutti quelli che credono e sostengono questa realtà virtuosa: la loro attività è motivo di grande orgoglio per la nostra città e fonte di grande energia per tanti atleti che in questa storia hanno trovato una squadra e, soprattutto, una grande famiglia.”

Questa la squadra: Niccolò Bartoloni, Lorenzo Pellegrini, Riccardo Innocenti, Joel Joshep Boganelli, Luciano Da Silva, Hosseini Seydmehran, Davide Obino, Valentin Duduianu Stefanita, Federico Ventura, Riccardo Angelozzi, Cosimo Caiazzo, Admir Ahmethodzic, Alessandro Boccacci, Giacomo Forcione, Matteo Mordenti.