Scottature per 1 bambino su 4 e rischio melanoma

1061

Sono stati presentati i risultati de “Il Sole per Amico”, la più grande campagna di prevenzione primaria del melanoma mai realizzata in Italia, promossa da IMI Intergruppo Melanoma Italiano con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione e il patrocinio del Ministero della Salute e dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica. Uno studio epidemiologico condotto su oltre 12.000 alunni delle scuole elementari mostra che il 25,5% dei bambini ha riportato almeno una scottatura solare nel corso della vita. Migliorati i comportamenti di protezione solare negli ultimi 15 anni, ma almeno il 15% della popolazione è ancora restia a proteggersi con creme, magliette o cappellini.

Fulcro della campagna, insieme a attività di sensibilizzazione sulla popolazione generale che hanno raggiunto i cittadini attraverso il web, nelle stazioni ferroviarie e sulle spiagge, è il progetto educazionale sulla corretta esposizione al sole per gli alunni delle scuole primarie e le loro famiglie, che ha coinvolto 300 scuole in 11 Regioni. “L’idea di realizzare questa iniziativa nasce dalla consapevolezza dell’importanza di far crescere l’attenzione dell’opinione pubblica sul melanoma e sui rischi legati a una non corretta esposizione, coinvolgendo in particolare i bambini in età scolare e le loro famiglie”, dichiara Paola Queirolo, Ideatrice della campagna e Presidente Uscente IMI, UOC Oncologia Medica all’IRCCS-AOU San Martino-IST di Genova. “Questa campagna di sensibilizzazione sulla prevenzione primaria, tra le più importanti mai realizzate in Italia, ha insegnato a bambine e bambini delle scuole elementari le regole fondamentali per l’esposizione al sole in modo da ridurre il rischio che sviluppino melanoma in età adulta. Gli strumenti educazionali predisposti per il progetto sono stati adottati da tutte le Regioni per lo svolgimento di attività di prevenzione primaria del melanoma, e questo significa che ‘Il Sole per Amico’ lascerà una traccia duratura”.

Il melanoma è il più aggressivo e temuto tumore della pelle, con un’incidenza più che raddoppiata negli ultimi 30 anni: in Italia sono oltre 100.000 le persone colpite e circa 13.000 i nuovi casi ogni anno. L’esposizione ai raggi UV del sole e delle fonti artificiali è il principale fattore di rischio.