SARS-CoV-2. La preoccupante diffusione della variante inglese

840

Si chiama B.1.1.7 la variante del virus inglese che si propaga con preoccupante velocità. Secondo L’Imperial College di Londra, che ha condotto le ricerche, ad allarmare sarebbe proprio l’indice di riproduzione molto elevato, rispetto a quello osservato abitualmente. Infatti, sempre secondo la ricerca, l’indice presenterebbe una media di 1,4-1,8, molto superiore ai valori rilevati per il virus che abbiamo imparato a conoscere fino a oggi, caratterizzato da un indice mediamente compreso tra 0,4 e 0,7. Un indice di contagiosità di 1,8 significa che 10 persone infette ne contageranno altre 18; queste altre 32, le quali, a loro volta, infetteranno altri 58 individui, e così via. Infine, le ricerche condotte dall’Imperial College indicano come questa variante del virus interessi soprattutto i più giovani, di età inferiore ai 20 anni, dato non di poco conto, specie nell’ottica delle prossime riaperture scolastiche, il tutto in attesa dei risultati delle verifiche avviate per testare l’effettiva efficacia dei vaccini su questa specifica variante.