La salute degli adulti concepiti con la fecondazione assistita

387

Pubblicato su Fertility and Sterility il più grande studio condotto finora a livello globale per indagare sulla salute di adulti concepiti tramite fecondazione assistita, rispetto a quella degli adulti concepiti naturalmente. Dai risultati non sono emerse evidenze di aumento del rischio vascolare o cardiometabolico, né di problemi di crescita o respiratori nel gruppo concepito con PMA rispetto a quello concepito naturalmente, appartenente alla stessa popolazione di origine. Lo studio ha coinvolto donne e uomini adulti di età compresa tra 22 e 35 anni, 193 concepiti con PMA e 86 concepiti naturalmente. Le indagini mediche hanno riguardato struttura vascolare e funzione vascolare, marker metabolici, misurazioni antropometriche e funzione respiratoria.

“Sebbene il campione preso in esame sia esiguo, questi risultati fanno ben sperare”, dichiara la dott.ssa Daniela Galliano, Direttrice del Centro IVI di Roma. “L’impatto della fecondazione assistita sulla salute delle persone è un tema di grande importanza al quale noi esperti prestiamo molta attenzione. Parallelamente alla continua ricerca scientifica per migliorare le tecniche di pma, è fondamentale quindi che nascano queste indagini.”