Salgono a 6 i casi di persone infettate di vaiolo delle scimmie in Italia

195

Sono 6 i casi accertati di vaiolo delle scimmie in Italia. Dopo un quinto caso comunicato dall’Istituto Spallanzani, una ulteriore conferma di positività arriva infatti dal laboratorio di Microbiologia Clinica, Virologia e Diagnostica dell’Ospedale Sacco di Milano. I ricercatori dello Spallanzani hanno nel frattempo completato la prima fase di analisi della sequenza di DNA del Monkeypox, a partire dai campioni dei primi 3 casi di vaiolo delle scimmie osservati in Italia e presi in carico dalla struttura. Sono invece 16 i contatti stretti posti in isolamento, per i quali sono in corso ulteriori accertamenti, come rende noto l’assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato. I campioni risultati positivi sono stati sequenziati per il gene dell’emoagglutinina (HA), e sono tutti risultati affini al ceppo dell’Africa Occidentale, con una similarità del 100% con i virus isolati dei pazienti in Portogallo e Germania.