Il ruolo del rame nell’Alzheimer

I difetti nel metabolismo del rame hanno un ruolo in alcune malattie come il morbo di Wilson, la malattia di Menkes e l’Alzheimer: il prof. Stephen G.Kaler, uno dei massimi esperti mondiali delle mutazioni genetiche che influiscono su tale metabolismo, sarà a Brescia il 5 ottobre alle 14 per una lezione magistrale all’Irccs Fatebenefratelli. Kaler è un esperto della malattia di Menkes, avendo scoperto nuove mutazioni ed essendo impegnato in nuovi approcci di terapia genica che hanno il sostegno della Presidenza Obama degli Stati Uniti. Kaler collabora con l’Irccs Fatebenefratelli negli studi sulla malattia di Alzheimer e su altre patologie neurologiche in cui è evidente un disturbo nel metabolismo del rame, come Parkinson e Declino Cognitivo Lieve, considerato precursore dell’Alzheimer. Come spiega la dott.ssa Rosanna Squitti dell’Irccs Fatebenefratelli, che con Kaler ha partecipato nei giorni scorsi al X International Meeting of Copper Reasearch a Sorrento 25-30 Settembre 2016, congresso internazionale sui disturbi legati al metabolismo del rame, “il rame è un metallo essenziale, presente nella nostra dieta ed è alla base della respirazione, della  produzione dei globuli rossi e bianchi e svolge delle funzioni vitali nel metabolismo dei muscoli del tessuto connettivo e scheletrico e soprattutto del cervello. Oltre al Menkes e al Wilson, i difetti nel metabolismo di questa sostanza influenzano malattie come le demenze,  in particolare l’Alzheimer, e disturbi del movimento come il Parkinson. Per queste ragioni, il confronto con Kaler è tanto importante per l’attività di ricerca sull’Alzheimer in corso all’Irccs.”