Rezza: “Quando le misure si allentano la curva dei contagi risale”. Ma nessuno spiega perché tanti decessi in Italia

382

La tendenza dell’epidemia in Italia è quella di “una lieve diminuzione” la quale “non è particolarmente veloce” e neppure “accentuata”. Anzi, appena le misure preventive si allentano, la curva dei contagi risale. È quanto dichiara il direttore della prevenzione del Ministero della Salute, Gianni Rezza, nel corso della consueta conferenza stampa sull’analisi della situazione epidemiologica, occasione in cui rivolge l’ennesimo invito a non abbassare la guardia: “Al calo dell’indice di trasmissione Rt, del numero dei nuovi casi e delle ospedalizzazioni ordinarie corrisponde un numero ancora elevato di nuovi ingressi nelle terapie intensive e, purtroppo, di decessi”. E proprio a proposito dei decessi, ancora non è stato spiegato come mai in Italia la mortalità risulti essere così alta. Se è vero infatti che i dati demografici fanno del nostro il Paese più anziano d’Europa, questa sola caratteristica non sembra sufficiente a giustificare un simile tasso di mortalità. A stupire è in particolare il confronto tra la prima e la seconda ondata: a differenza dei primi mesi di emergenza, l’Italia è infatti stata l’ultimo Paese a essere colpito dalla nuova ondata; eppure, non sembriamo avere beneficiato di quella mitigazione del tasso di mortalità che nel resto d’Europa era stata giustificata dalla minore impreparazione con cui gli altri sistemi sanitari – proprio perché allertati dalla situazione italiana – avevano saputo fronteggiare la prima ondata di contagi. Dunque anche questa motivazione non è sufficiente a comprendere i numeri di decessi così alti che si continuano a registrare in Italia.

TOTALE DECESSI COVID-19

STATI UNITI
285.643 morti

BRASILE
177.317 morti

INDIA
140.958 morti

MESSICO
110.074 morti

REGNO UNITO
62.130 morti

ITALIA
61.240 morti

FRANCIA
56.444 morti

IRAN
50.917 morti

SPAGNA
46.646 morti

RUSSIA
43.674 morti

ARGENTINA
39.888 morti

COLOMBIA
37.995 morti

PERÙ
36.274 morti

SUD AFRICA
22.432 morti

POLONIA
20.592 morti

GERMANIA
19.709 morti

dati: Johns Hopkins University | 08 dicembre 2020