COVID-19. Superate le soglie di guardia di occupazione nelle terapie intensive. I dati per Regione

414

Preoccupano i dati forniti dall’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (Agenas), secondo i quali gli indici di occupazione delle terapie intensive e dei posti letto in area non critica da parte di pazienti COVID-19 in Italia superano le soglie critiche, fissate nel decreto del Ministro della Salute lo scorso 30 aprile rispettivamente al 30 e al 40%. In particolare, a oggi la percentuale dei posti letto di terapia intensiva occupata da soggetti positivi al SARS-CoV-2 è del 43% (ovvero di 13 punti percentuali oltre la soglia critica), mentre quella delle ospedalizzazioni non critiche è del 51% (11 punti oltre).

Questi i dati elaborati da AGENAS al 18 novembre:

PERCENTUALE OCCUPAZIONE POSTI LETTO TERAPIA INTENSIVA COVID-19 PER REGIONE
SOGLIA 30%

Abruzzo 37%
Basilicata 30%
Calabria 33%
Campania 34%
Emilia Romagna 35%
Friuli Venezia Giulia 28%
Lazio 33%
Liguria 53%
Lombardia 65%
Marche 45%
P.A. Bolzano 51%
P.A. Trento 42%
Piemonte 62%
Puglia 45%
Sardegna 36%
Sicilia 32%
Toscana 47%
Umbria 58%
Valle d’Aosta 46%
Veneto 26%

PERCENTUALE OCCUPAZIONE POSTI LETTO IN AREA NON CRITICA COVID-19 PER REGIONE
SOGLIA 40%

Abruzzo 50%
Basilicata 34%
Calabria 48%
Campania 48%
Emilia Romagna 47%
Friuli Venezia Giulia 37%
Lazio 49%
Liguria 72%
Lombardia 54%
Marche 48%
P.A. Bolzano 94%
P.A. Trento 66%
Piemonte 91%
Puglia 42%
Sardegna 33%
Sicilia 37%
Toscana 36%
Umbria 50%
Valle d’Aosta 70%
Veneto 35%

fonte dati Agenas