Piemonte, per over80 non fragili quarta dose anche in farmacia

313

Il Dipartimento Interaziendale per le Malattie ed Emergenze Infettive Dirmei della Regione Piemonte autorizza a partire dal 26 aprile la possibilità per gli over80 non fragili di prenotare e ricevere la quarta dose anche in farmacia, oltre alla possibilità di effettuare il richiamo presso il proprio medico di famiglia se vaccinatore. In ogni caso, le Asl procederanno come di consueto alla convocazione di tutti coloro che hanno già maturato i tempi per la somministrazione: ad oggi sono oltre 151mila gli sms già inviati agli over80 che possono ricevere il secondo booster.

“Siamo contenti che, andando verso una situazione di minor emergenza e maggiore stabilità, pur sempre di estrema attenzione verso il Covid, le farmacie possano vaccinare per la quarta dose gli over80 (prima ci si fermava agli under80), prendendosi così carico della fascia di popolazione più anziana, che ha enormi vantaggi nell’avere un servizio essenziale direttamente nella farmacia sotto casa”, dichiara il presidente di Federfarma Piemonte, Massimo Mana. “Le farmacie non hanno mai smesso di vaccinare o tamponare i cittadini, anzi continuano quotidianamente a monitorare la situazione, a fornire servizi e informare correttamente gli utenti.”

Sono 36mila le quarte dosi totali somministrate finora in Piemonte alle categorie autorizzate a livello nazionale. Si tratta principalmente di persone immunodepresse, su cui la somministrazione della quarta dose è già iniziata a fine febbraio, a cui si sono aggiunti recentemente over80, fragili over60 con specifiche patologie e ospiti delle RSA. “L’obiettivo della Regione Piemonte – sottolineano il presidente e l’assessore alla Sanità – è terminare entro maggio le quarte dosi di tutti coloro che possono già riceverla.”