Patologie neurologiche. Le donne le più colpite

1040

Studi epidemiologici dimostrano che alcune malattie del Sistema Nervoso come Alzheimer, sclerosi multipla, emorragia subaracnoidea, cefalea e miastenia colpiscono più frequentemente le donne rispetto agli uomini. “Nella medicina di genere – afferma il prof. Leandro Provinciali, Presidente della Società Italiana di Neurologia – l’approccio diagnostico e terapeutico alle malattie del Sistema Nervoso tiene conto dei molteplici aspetti clinici, biologici, sociali e etici che hanno espressioni diverse nel sesso femminile rispetto a quello maschile. Lo scopo principale di tale impegno è quello di realizzare una medicina di precisione che sia calibrata e personalizzata sulle caratteristiche specifiche di ogni individuo, a partire dal genere.”

Oltre al contenimento del rischio di malattie acute e alla corretta assistenza alle malattie croniche, le tematiche di maggior rilievo nel trattamento delle malattie neurologiche che colpiscono le donne sono:

* Valutazione dell’influenza ormonale e della terapia contraccettiva;

* Pianificazione della gravidanza e del parto;

* Uso di farmaci potenzialmente dannosi in gravidanza e durante l’allattamento;

* Gestione della menopausa e dallo sviluppo di efficaci strategie di prevenzione primaria e secondaria.

“La Malattia di Alzheimer rappresenta la più comune causa di demenza nella popolazione anziana dei Paesi occidentali – dichiara il prof. Stefano Cappa, Presidente SINdem – e interessa maggiormente le donne: la prevalenza nel sesso femminile è il triplo rispetto a quella maschile, una differenza solo in parte spiegata dalla maggiore longevità femminile. Alcuni studi ipotizzano che la menopausa costituisca un fattore di rischio per lo sviluppo dell’Alzheimer a causa della mancata produzione di estrogeni ma, sebbene studi su animali suggeriscano un effetto protettivo degli estrogeni, non è stata dimostrata una relazione causale tra menopausa e demenza.”