Genova Anno VII - n°38 - 12.05.2009 Pagine Nazionali

del 30/07/2009

 

Aumenta il numero di aborti clandestini in Italia .. soprattutto per mancanza di privacy e tempi lunghi


Gli aborti in Italia diminuiscono? Secondo i dati ufficiale sembrerebbe di si: sarebbero infatti 121.406 gli aborti volontari in Italia nel 2008. Il dato è provvisorio, ma denota comunque una diminuzione sul 2007 (-4,1% con 126.562 casi). Numeri in calo, dunque, soprattutto se confrontati con quelli degli anni passati, andando più indietro nel tempo: il decremento, infatti, è del 48,3% rispetto al 1982, anno in cui si registrò il picco di interruzioni volontarie di gravidanza (234.801).

 

Ma dalla relazione del ministero della Salute sull'attuazione della legge 194, il provvedimento che regola l'aborto in Italia arriva un allarme preoccupante: sarebbero infatti 15 mila gli aborti clandestini in Italia. Interruzioni di gravidanza fatte in silenzio, fuori da ogni regola e lontane dalla corsie d'ospedale dove la legge 194 prevede che questo intervento venga eseguito. Spesse volte si colpevolizzano le straniere, le minorenni e invece spesso le cose non stanno in questo modo.

 

Lo scorso anno il ginecologo Ermanno Rossi, 54 anni, si era suicidato a Rapallo dopo aver appreso di essere indagato per aborti compiuti al di fuori delle procedure e delle strutture previste dalla legge 194 sull'interruzione di gravidanza e aver subito perquisizioni da parte dei carabinieri del Nas. Rossi, stimato ginecologo dell'ospedale pediatrico Gaslini e titolare di due studi privati, era specializzato in gravidanze a rischio e aveva numerosissime clienti, che ancora oggi hanno continuato a testimoniare sui siti dei media locali la loro riconoscenza per le cure del professionista. Ma nello stesso tempo si è saputo di almeno otto donne, tra cui alcune signore della «Genova bene», indagate nell'inchiesta sul ginecologo Ermanno Rossi, per aver abortito clandestinamente. Evidente alla legge 194, la parte sull’interruzione, è garantire la vera privacy e i tempi rapidi . Elementi che spesso fanno rivolgere ricchi e poveri alla clandestinità.

 

 

 






 
 
 
 

  



Queste pagine sfruttano standard di programmazione avanzata , sebbene i contenuti sono visibili con tutti i browser, una grafica più piacevole è ottenibile con un browser attuale. Se leggete questo messaggio, avete salvato la pagina sul Vs. disco, oppure siete in Internet con un browser non attuale. Se lo desiderate potete scaricare gratuitamente un browser standard attuale adatto alla Vs. piattaforma dal sito http://webstandards.org/act/campaign/buc/

Stampa ottimizzata con standard avanzati