Spazio disponibile

Spazio disponibile

 

Fotoepilazione a luce pulsata ad alta intensità

Tiziana Lazzari  - Specialista in Dermatologia  - dr.lazzari@libero.it

La fotoepilazione  a luce pulsata ad alta intensità è un sistema sicuro ed efficace per l'eliminazione permanente e progressiva dei peli superflui.
Il sistema VacuLight Plus ®  può essere usato per eliminare i peli superflui da diverse parti del corpo, adattandosi soprattutto ai diversi fototipi.

 

COME FUNZIONA?

La zona da epilare viene percorsa da uno shot di luce che é poco assorbito dalla cute, mentre nella radice pilifera si trasforma in calore e viene assorbito dalla melanina, distruggendo i bulbi piliferi e ostacolando la ricrescita del pelo. Soltanto i peli in fase di ricrescita possono venir distrutti con questo sistema. Dato che i peli non crescono contemporaneamente, bisognerà mettere in conto che occorrono varie sedute per distruggerli tutti man mano che crescono.

 

COME SI SVOLGONO LE SEDUTE?

Prima di tutto la zona da epilare viene rasata, dopo di che l'operatore applica sulla parte un gel che evita il surriscaldamento dell'epidermide. Il tempo necessario per il trattamento dipende dalla densità dei peli e rimane comunque sempre molto breve. Alla fine della seduta si applica una crema lenitiva. Al trattamento fa seguito la comparsa di un lieve rossore, che scompare nell'arco

di qualche ora. Il trattamento successivo viene eseguito dopo 3-4 settimane dal primo a seconda della zona trattata. Il numero di sedute necessarie per coprire il ciclo pilifero varia notevolmente da una zona all'altra e da una persona all'altra; normalmente vanno messe in conto 4/8 sedute per ottenere un’epilazione definitiva. 

 

CI SONO DELLE CONTROINDICAZIONI ?

Il trattamento è controindicato nei seguenti casi:

1) Pazienti in gravidanza

2) Pazienti facenti uso di medicinali che vietano l’esposizione ai raggi solari con gamma da 515 a 1200 nm.

3) Pazienti con pelli abbronzate di tipo III, IV e V.

4) Pazienti con pelli di tipo VI.

5) Pazienti diabetici

6) Pazienti con precedenti cicatrici cheloidee

 

IL TRATTAMENTO E’ DOLOROSO ?

Quando viene emesso uno shot, i pazienti avvertono gradi differenti di fastidio. 

Alcuni descrivono una sensazione di puntura mentre altri la paragonano allo schiocco di un elastico. E’ possibile avvertire una sensazione di bruciore che può persistere fino ad un’ora dopo il trattamento. La maggior parte dei pazienti 

adulti e giovani riesce a tollerare questo fastidio, tuttavia alcuni possono avere bisogno di un anestetico in crema.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Marchi depositati 

Riproduzione vietata