Operativa la TC di ultima generazione a 64 strati all’Ospedale di Romano di Lombardia

221

Presso la Radiologia dell’Ospedale di Romano di Lombardia è stata attivata la TC di ultima generazione a 64 strati, in grado di supportare al meglio le diagnosi dei medici; l’apparecchiatura è ora pienamente funzionante e al servizio degli utenti del territorio. “La TC che abbiamo installato ed è ora pienamente in funzione è di ultima generazione, dotata di detettore a conversione digitale diretta”, spiega Peter Assembergs. “Questa tecnologia consente un miglioramento delle prestazioni in termini di riduzione del rumore di fondo, trasferimento del segnale, bassa dose erogata, riduzione della potenza necessaria ed incremento del range dinamico; inoltre il sistema di rilevazione consentirà una migliore uniformità di segnale, fondamentale per ottenere una elevata qualità d’immagine, soprattutto nel distretto neurologico, e acquisizioni ultraveloci. Il nuovo macchinario sarà di supporto anche in questa nuova fase emergenziale, per cogliere i segni polmonari lasciati dal Covid19 già in fase precoce, valutarne l’estensione e l’evoluzione dell’infezione da coronavirus, ma anche refertare la guarigione del paziente affetto da Covid-19. L’avvento della nuova potente TC determinerà una forte crescita qualitativa del patrimonio tecnologico nell’ambito della diagnostica per immagini erogata dal presidio di Romano. Non è la solo novità: sempre a Romano, sarà sostituita a breve l’apparecchiatura per la radiologia tradizionale utile, ed esempio, per l’effettuazione di radiografie del torace, fratture, etc., così da allineare il Presidio Ospedaliero agli ospedali vicini, segno tangibile della sensibilità, dell’attenzione e della volontà di dare un futuro tecnologicamente in linea con i tempi al Presidio romanese.”

La TC è inoltre dotata di un algoritmo interattivo di ricostruzione dell’immagine che introduce benefici quali incremento della risoluzione a basso contrasto, riduzione della dose e riduzione del numero di artefatti. A questi si aggiunge il software di riduzione degli artefatti metallici, progettato per migliorare la chiarezza negli esami che vedono la presenza del metallo (es. protesi d’anca, otturazioni dentali, viti o altri metalli nel corpo). Il sistema è anche dotato di “Pacchetto Cardiologico e dei Vasi”, per effettuare angio TC, e per lo studio dell’encefalo. La nuova TC permetterà anche l’esecuzione di colonscopie virtuali. La nuova apparecchiatura garantisce immagini di qualità elevata in termini di risoluzione e contrasto, erogazione di una dose di radiazione più bassa al paziente e acquisizioni più veloci. Gli esami sono già prenotabili da Call Center Regionale e, dal 1° novembre, l’attività è stata estesa h24, 7 giorni su 7.