Obesità: ospedale Evangelico di Betania diventa centro di eccellenza nazionale

238

L’Ospedale Evangelico Betania è stato riconosciuto centro di eccellenza nazionale per la chirurgia bariatrica dalla Società Italiana di Chirurgia dell’Obesità (SICOB). L’accreditamento premia il lavoro svolto negli ultimi anni dall’Unità Operativa Complessa di Chirurgia diretta dal dott. Vincenzo Bottino, che nel tempo è diventata un punto di riferimento sul territorio, non solo della provincia di Napoli. In Campania il 36.7% delle persone è in sovrappeso e il 14.4% soffre di obesità grave. Per questi pazienti l’unico trattamento che comporta una perdita di peso importante è quello chirurgico. La chirurgia bariatrica produce infatti un cambiamento dell’anatomia e ricrea il senso di sazietà, abbassa il senso di fame e attiva il metabolismo basale. Fondamentale è l’associazione di un cambiamento di stile di vita, sia a livello nutrizionale che fisico. Si tratta quindi di un problema di sanità pubblica per il quale rilevazione, screening e prevenzione giocano un ruolo fondamentale.

“Il nostro ospedale è stato tra i primi a puntare sulla chirurgia bariatrica ed oggi siamo un centro all’avanguardia che può contare su un team multidisciplinare di medici e infermieri altamente specializzati a cui si aggiungono uno psicologo e un nutrizionista che garantiscono al paziente un approccio multidisciplinare alla patologia”, dichiara Bottino, primario e vicepresidente nazionale ACOI, Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani. Il Centro offre un percorso specifico e qualificato per la cura dell’Obesità e delle Malattie Metaboliche. Il team multidisciplinare – di cui fanno parte la dott.ssa Sonja Chiappetta, chirurgo; il dott. Mark Rice, nutrizionista; il dott. Antonio Maria Salzano, psicologo; il dott. Massimiliano De Seta, endoscopista e il dott. Francesco Serpi, chirurgo plastico – si occupa della cura del paziente con un percorso personalizzato per il trattamento dell’obesità e delle malattie metaboliche.