Nuovo anno scolastico. Trovato accordo su Protocollo sicurezza

377

Le organizzazioni sindacali e i tecnici del Ministero dell’Istruzione hanno trovato l’accordo sulla bozza per quanto riguarda i vaccini del personale scolastico e le misure per evitare classi “pollaio”. Solo Anief non ha sottoscritto l’accordo, confermando il ricorso collettivo gratuito al Tribunale di Roma. “Il Protocollo prevede una corsia preferenziale per il personale che deve ancora vaccinarsi, dunque una intensificazione della campagna vaccinale”, si legge in una nota. “Il Protocollo, poi, ricalcando quanto disposto già oggi dalle norme vigenti, consente alle scuole, sulla base di un preventivo raccordo istituzionale con il Commissario straordinario per l’emergenza sanitaria, di ‘effettuare tamponi diagnostici al personale mediante accordi con le Aziende Sanitarie Locali o con strutture diagnostiche convenzionate’.”

“Stiamo mettendo in campo ogni azione necessaria per assicurare il rientro in aula con interventi mirati e puntuali”, dichiara il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi. “L’intesa raggiunta con le organizzazioni sindacali è un ulteriore tassello e testimonia l’impegno comune per garantire a ogni studentessa e a ogni studente il diritto di poter tornare a frequentare in sicurezza e in presenza la scuola, recuperando il rapporto con i loro compagni, i docenti, la socialità. Abbiamo stanziato già oltre 2miliardi per il rientro a scuola; stiamo lavorando da mesi. Con il Protocollo appena siglato siamo intervenuti a sostegno delle situazioni e delle persone più fragili. Per quanto riguarda il distanziamento – conclude – interveniamo dove ci sono le classi più numerose, che si concentrano soprattutto nelle scuole di secondo grado delle periferie urbane.”