Melanomi metastatici: immunoterapia valida anche dopo 65 anni

1014

Nei pazienti con melanoma metastatico al di sopra dei 65 anni non è controindicata l’immunoterapia. Infatti questi soggetti che presentato la malattia metastatica da melanoma, proprio con l’immunoterapia vanno incontro a esiti clinici equivalenti o anche migliori rispetto a quelli delle loro controparti più giovani. A testimoniarlo uno studio retrospettivo condotto su 92 pazienti da Amelie Boespflug, del Lyon Sud Hospital, in cui l’età più avanzata è risultata indipendentemente associata alla sopravvivenza complessiva e libera da progressione, ma non a differenze nei più comuni effetti collaterali immunitari. Lo studio è stato pubblicato su JAMA Dermatology online (2017/6/12); benché piccolo e retrospettivo, quanto riscontrato potrebbe riflettere la pratica clinica, in quanto i pazienti non erano selezionati e pertanto tendevano ad aver ricevuto più terapie mediche precedenti e a presentare patologie più gravi rispetto a quelli osservati negli studi clinici. In ogni caso, l’analisi dei dati ha comunque confermato che l’età non dovrebbe rappresentare un fattore limitante per l’immunoterapia.