Galli: “Omicron 2 sostituisce Omicron 1 con una velocità che Delta e Alfa non avevano”

312

“È un dato di fatto che Omicron 2 si sta mostrando rapidamente in grado di sostituire Omicron 1, con una velocità che Delta e Alfa non avevano”, afferma nel corso della trasmissione Agorà, in onda su Rai 3, il prof. Massimo Galli, ordinario fuori ruolo di Malattie Infettive all’Università Statale di Milano, commentando l’aumento di contagi da Covid-19 in Italia. “Si sta velocemente, non gradualmente, sostituendo alla 1 e sostiene in tutta Europa un nuovo incremento di casi di Covid-19. E quando i casi sono tanti, anche se la variante non è particolarmente cattiva, corrispondono a un aumento di ospedalizzazioni, anche in intensiva.”

“Questa frettolosità, non solo italiana, nel dire ‘è passato tutto’ corrisponde al fatto che qualcuno in politica ha pensato di avere un profitto nel dare una rassicurazione generalizzata a parte dell’elettorato. Ma credo in questo momento ci sia ancora ragionevolmente da considerare la tutela della salute, oltre all’esigenza di aprire”, prosegue Galli. “Sappiamo che sulla variante omicron, sia 1 che 2, la capacità del vaccino di contenere l’infezione è limitata. A fronte di una malattia blanda ma che impone una serie di complicazioni, tra isolamento e tamponi, il risultato è che abbiamo molti più casi di Omicron di quanti ne sono dichiarati ufficialmente. Purtroppo credo sia quasi certo. Alzi la mano se c’è qualcuno dei presenti che non conosce almeno un amico o un parente che ha avuto Omicron senza dichiarare la positività.”