Per i maschi con Covid, più terapia intensiva e decessi. Studio americano

230

Secondo uno studio coordinato da Kuan-lin Huang, della Icahn School of Medicine a Mount Sinai, New York, il Covid è più pericoloso per i maschi che per le femmine, indipendentemente dalle condizioni di salute del paziente precedenti all’infezione. Per arrivare a queste conclusioni, i ricercatori hanno studiato 2 gruppi di di 4.930 e 1.645 pazienti, ricoverati negli ospedali di New York rispettivamente a inizio e fine 2020. Dall’analisi dei dati si è evinto che in assenza di fattori di rischio pregressi, come l’obesità, sono i maschi a rischiare di più, con mortalità più elevata e rischio maggiore di accesso alla terapia intensiva. Inoltre, 1 maschio su 4 va incontro a ipossia, deficit di ossigeno nel corpo, mentre nelle donne il rapporto è 1 caso su 5. Al contrario, In presenza di fattori di rischio quali l’obesità, sono le donne a presentare un rischio aumentato per complicanze e ricorso alla terapia intensiva. Lo studio è stato pubblicato su Communications Medicine.