Mal di schiena, “assolto” il lavoro sedentario

786

Secondo uno studio condotto da alcuni ricercatori dell’Istituto per l’Attività Fisica dell’Università Deakin di Melbourne, il lavoro sedentario non provoca mal di schiena. Gli studiosi, coordinati dal prof. Daniel Belavy, docente di Esercizio e di Salute Muscolo-scheletrica, analizzando i dati di 41 differenti revisioni sistematiche di ricerche basate su tre decenni, hanno escluso che il lavoro sedentario, e quindi la posizione seduta, anche per lunghi periodi, potesse essere all’origine del mal di schiena. “L’evidenza più forte è l’assenza di ogni associazione fra la posizione seduta, prolungata o occupazionale, e il dolore lombare”, spiega Belavy. “Nonostante un crescente numero di studi colleghi la sedentarietà con altri effetti negativi sulla salute, questa non sembra essere un fattore di rischio per il dolore alla schiena. Si può subire rigidità muscolare se si resta seduti a lungo, ma stare seduti di per sé non danneggia direttamente la struttura spinale, come invece avviene con molti lavori pesanti.” Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Biomechanics.