L’Ordine dei Medici di Catania sospende altri 10 medici “no-vax”. In Italia i sospesi sono 1.767

164

L’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Catania ha sospeso altri 10 medici che rifiutano la vaccinazione anti-COVID. La procedura segue quella intrapresa poche settimane fa, quando l’OMCeO era stato costretto a adottare la stessa disposizione nei confronti di altri 4 medici. “A questo provvedimento, di certo poco piacevole, si aggiunge però una buona notizia: la revoca di sospensione di 2 medici iscritti al nostro Ordine che hanno deciso di intraprendere il percorso della vaccinazione”, commenta il presidente dell’Ordine dei Medici di Catania, Igo La Mantia. “Ancora non si riesce a comprendere – aggiunge – perché alcuni colleghi si ostinino a voler proseguire la strada ‘no-vax’, insensibili ai progressi della scienza e alla situazione emergenziale che continua purtroppo a progredire.”

Le procedure adottate dall’Ordine etneo si sommano a quelle già disposte nel resto d’Italia. La Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri Fnomceo, che riceve via via il flusso dagli Ordini provinciali, rende noto che su 106 totali, sono 84 gli Ordini che hanno comunicato almeno 1 sospensione, per un totale di 2.365, di cui 598 revocate per avvenuta vaccinazione. Rimangono attualmente sospesi 1.767 professionisti, su un totale di 468mila iscritti agli albi dei medici e degli odontoiatri.