Anno II - n°11 - 13.04.2004 Pagine Liguri 

 


Il trapianto di cornea nella prima infanzia Presso l’unita’ operativa oculistica dell’istituto “G.Gaslini”

Paolo Vittore - Primario dell'Unita' Operativa Oculistica del Gaslini

Le capacità corneali congenite, ed in particolar modo la sclerocornea, sono tra le cause più frequenti di ambliopia (blocco dello sviluppo della funzione visiva) nell’infanzia. Un trapianto di cornea, effettuato il più precocemente possibile, può evitare questa grave menomazione.
Condizione per il successo dell’intervento è il rispetto di un preciso protocollo di precauzioni e provvedimenti che tengono conto delle condizioni patologiche dell’occhio, di fattori chirurgici e del livello dell’assistenza sociale e familiare. La specifica patologia corneale del bambino in tenera età, le caratteristiche del tessuto corneale infantile ed i problemi di carattere generale di questi piccoli pazienti rendono particolare la chirurgia del trapianto di cornea di questi soggetti.
Le affezioni che richiedono simile tipo di intervento sono legate alle opacità congenite della cornea, complete e particolarmente dense.
Lo scopo è quello di evitare, mediante il trapianto di cornea, l’instaurarsi di una grave e permanente ambliopia.
La sclerocornea , da sola o associata a malformazioni iridocorneali, è indubbiamente l’affezione che ricorre più frequentemente nei piccoli pazienti. Bisogna tener conto che spesso si associano alla sclerocornea anche anomalie extraoculari che coinvolgono cute, ossa, sistema nervoso, ecc.
Il successo di un trapianto di cornea nei bambini è condizionato da vari fattori; la nostra esperienza ci suggerisce, come fattori preponderanti alla buona riuscita del trapianto, l’assenza di complicazioni intra e post-operatorie.
In ogni caso per ridurre il rischio di tali complicazioni è necessario seguire un protocollo di precauzioni e provvedimenti che prevedono:
1) ACCURATA SELEZIONE DEI CASI
2) PRECOCITA’ DELL’INTERVENTO
3) ACCORGIOMENTI CHIRURGICI SPECIFICI PER IL BAMBINI
4) TERAPIA MEDICA APPROPRIATA ALL’ETA’
5) ASSISTENZA MEDICA Data la labilità organica dei piccoli pazienti talvolta con note di prematurità, è indispensabile un’assistenza pediatrica assidua prima, durante e dopo l’intervento.
6) ASSISTENZA ANESTESIOLOGICA effettuata da una equipe competente
7) COLLABORAZIONE CON I GENITORI soprattutto nel periodo post-operatorio , in presenza di eventuali fenomeni infiammatori
8) CORREZIONE OTTICA PRECOCE
Il trapianto di cornea, eseguito con dovute precauzioni, su pazienti in età infantile, in particolare su quelli affetti da sclerocornea, consente di raggiungere risultati soddisfacenti in una percentuale di casi abbastanza elevata, sicuramente superiore al 50%. E’ una chirurgia che deve essere incoraggiata, perché consente di riabilitare alla funzione visiva bambini altrimenti destinati alla cecità permanente.
L’Istituto G. Gaslini è particolarmente attrezzato per questo tipo di intervento.







Queste pagine sfruttano gli standard di programmazione avanzata , sebbene i contenuti sono visibili con tutti i browser, una grafica più piacevole è ottenibile con un browser attuale. Se leggete questo messaggio, avete salvato la pagina sul Vs. disco, oppure siete in Internet con un browser non attuale. Se lo desiderate potete scaricare gratuitamente un browser standard attuale adatto alla Vs. piattaforma dal sito http://webstandards.org/act/campaign/buc/

Stampa ottimizzata con standard avanzati