Anno II - n°10 - 04.02.2003 Pagine Liguri 

 


Riflesso cardio-gastrico aspecifico e -ciecale.

Sergio Stagnaro - dottsergio@semeioticabiofisica.it 

Questi due segni semeiotico-biofisici sono illustrati insieme in quanto entrambi informano sulla ossigenazione miocardica attuale.
Nel sano, la pressione digitale di “media-intensità”, applicata sopra la proiezione cutanea del cuore, magari in modo selettivo, dopo un tl di 8 sec. esatti (il tl naturalmente è età-dipendente) provoca i due riflessi, espressione del fisiologico O2 istangico miocardico, sia a riposo che durante stress test (1,6,7).
Sono di essenziale importanza diagnostica sia la durata del riflesso cardio-gastrico aspecifico e di quello -ciecale, che nel sano non supera i 4 sec., sia la durata della sua scomparsa o tempo di latenza differenziale, identica alla dimensione frattalica: > 3 sec. < 4 sec. (NN = 3,81).
Nel sano, il tl di questi due riflessi sale da 8 sec., valore di base a ³ 10 sec. quando la pressione digitale è “intensa”, perchè essa stimola sia i vasi coronarici che le fibrocellule miocardiche, mettendo in atto la regolazione metabolica della locale unità microvascolotessutale cardiaca, cioè attivando la Riserva Funzionale Microcircolatoria (RFM).
Analoghi risultati si osservano fisiologicamente durante la manovra di Valsalva per l’aumento di acetilcolina, che stimola notoriamente la produzione e la liberazione di NO radicalico da parte degli endoteli “sani”, a cui seguono le note azioni sulla guanino-ciclasi delle locali smooth muscle cells.
E’ sicuramente da consigliare la valutazione di entrambi i riflessi prima di base e, poi, dopo 10 sec. circa di manovra di Valsalva, che consente, per la prima volta clinicamente, di giudicare lo stato attuale della funzione endoteliale coronarica da stimolazione endoteliale di acetil-colina (BMJ.com: “Clinical evaluation of endothelial function”, 22 August 2001, Rapid Responses).
In realtà, la riduzione primaria del flusso ematico miocardico piuttosto che l’aumento della richiesta sembra essere responsabile di molti episodi anginosi, anche clinicamente silenti.
Nel sano la manovra di Valsalva allunga il tl dei riflessi cardio-gastrico aspecifico e -ciecale, che sale da 8 sec. di base a ³ 10 sec., mentre nella disendotelizzazione, funzionale e strutturale, resta immutato (tl 8 sec.) inizialmente oppure si accorcia (< 8 sec.) nei casi avanzati, per i motivi fisiopatologici ben noti ed accettati ormai da tutti gli autori.
A questo punto, ricordiamo, acora una volta, che la durata fisiologica della scomparsa del riflesso ciecale e gastrico aspecifico, prima del successivo riflesso, corrisponde esattamente alla dimensione frattalica del caos deterministico della vasomozione coronarica (NN: > 3 sec. < 4 sec.), che è così calcolata in modo semplice sebbene preciso: fractal dimension 3,81.







Queste pagine sfruttano gli standard di programmazione avanzata , sebbene i contenuti sono visibili con tutti i browser, una grafica più piacevole è ottenibile con un browser attuale. Se leggete questo messaggio, avete salvato la pagina sul Vs. disco, oppure siete in Internet con un browser non attuale. Se lo desiderate potete scaricare gratuitamente un browser standard attuale adatto alla Vs. piattaforma dal sito http://webstandards.org/act/campaign/buc/

Stampa ottimizzata con standard avanzati