Anno II - n°10 - 04.02.2003 Pagine Liguri 

 


Il test del pugile nella diagnosi di cardiopatia ischemica.

Sergio Stagnaro - dottsergio@semeioticabiofisica.it 

La stimolazione simpatica – test del pugile – riesce ad evidenziare l’alterazione contrattile miocardica a partire dalla fase iniziale e silente, in modo estremamente semplice e rapido.
Noi intendiamo come fase iniziale ed asintomatica della sofferenza miocardica quella caratterizzata dalla iniziale compromissione della locale Riserva Funzionale Microcircolatoria, analogamente a quanto avviene negli altri sistemi biologici. Questa fase si presenta sul piano semeiotico-biofisico come alterazione strutturale-funzionale “congenita” dei Dispositivi Endoarteriolari di Blocco (DEB) delle arteriole coronariche, compromettendo, via via più intensamente, il regolare svolgersi della fisiologica attivazione della RFM locale, che lentamente esita nel danno miocardico.
Per quanto concerne il metodo “clinico” per riconoscere la disfunzione dei DEB coronarici è sufficiente applicare la pressione digitale di “media” intensità sopra la proiezione del ventricolo ds., e poi sn., e procedere valutando il comportamento del riflesso ureterale medio: nel sano a riposo, la sua durata è 20 sec. e la scomparsa 6 sec. (Fig.7).

Fig. 7 

La pressione digitale di media intensità, applicata sopra il precordio provoca le oscillazioni dei tre riflessi ureterali, superiore (arteriole e piccole arterie), medio (DEB) ed inferiore (capillari nutrizionali e venule post-capillari), che informano sulle varie strutture del locale microcircolo. Infatti, in presenza di alterazioni della funzione miocardica, una volta esaurita la riserva sistolica, lo stimolo catecolaminergico, secondario alla pressione digitale, provoca, dopo tl di 1-2 sec., un intenso aumento del volume ventricolare realizzato in un tempo superiore ai fisiologici 2 sec. in rapporto alla compromissione della distensibilità ventricolare, che rappresenta il primo segno della insufficienza cardiaca: la durata della dilatazione ventricolare è ³ 6 sec., (dato fisiologico 6 sec.), in rapporto alla gravità della sottostante patologia. Nel sano, la seconda fluttuazione cardiaca dura 6 sec. esatti, ad indicare la valida contrattilità e distensibilità miocardica.
Infatti, nel sano, lo stimolo simpatico, rappresentato dal test del pugile (o da altri test e manovre), dopo tl di 1-2 sec. provoca oscillazioni sisto-diastoliche più intense, per l’attuazione della riserva sistolica ancora disponibile, valutabili da chi è veramente esperto di Semeiotica Biofisica; soltanto dopo altri 3 sec. circa si osserva la rapida dilatazione ventricolare, che persiste 7 sec., espressione della riserva diastolica, a cui fa seguito l’aumento della gittata cardiaca: l’O2 istangico periferico migliora (= il tl del riflesso polpastrello digitale-gastico aspecifico, -ciecale passa da 8 sec. a ³ 9 sec.
Degno di nota per il suo valore diagnostico è il fatto che la successiva dilatazione del VS persiste per 6 sec. precisi, espressione della fisiologica contrattilità-dilatabilità miocardica.
La dilatazione, lenta ed intensa, dei ventricoli dopo tl di appena 3 sec., con durata di 7 sec., anche nella successiva dilatazione ventricolare (NN = 6 sec.), è espressione di disfunzione miocardica ischemica. La durata media della distensione ventricolare nello scompenso cardiaco può raggiungere i 15 sec.; in pazienti comatosi, in condizione preterminale, la durata raggiunge i massimi valori di 30-32 sec.
Nel test del pugile e/o delle due pressioni il persistere di due successive dilatazioni del VS dalla durata di 7 sec. corrisponde alla FE del < 100% ³ 50%; tre dilatazioni del valore di 7 sec. indicano una riduzione della FE inferiore al 50%<








Queste pagine sfruttano gli standard di programmazione avanzata , sebbene i contenuti sono visibili con tutti i browser, una grafica più piacevole è ottenibile con un browser attuale. Se leggete questo messaggio, avete salvato la pagina sul Vs. disco, oppure siete in Internet con un browser non attuale. Se lo desiderate potete scaricare gratuitamente un browser standard attuale adatto alla Vs. piattaforma dal sito http://webstandards.org/act/campaign/buc/

Stampa ottimizzata con standard avanzati