Genova Anno VI - n°35 - 15.10.2008 Pagine Liguri

del 12/11/2008

 

La prevenzione degli incidenti domestici


Gli incidenti domestici hanno assunto dimensioni più che allarmanti non solo nel nostro Paese ma anche a livello sovranazionale. I dati statistici disponibili mostrano che le persone che hanno dichiarato di essere state coinvolte nelle loro abitazioni in un incidente domestico sono annualmente ben al di sopra di tre milioni (la cifra complessiva è comunque superiore poiché una frazione degli infortunati dichiara di aver avuto più di un incidente nel corso dell'anno). Di detti incidenti più di settemila hanno avuto esito mortale.


La causa più frequente di incidente domestico è rappresentata dalle cadute, che sono al primo posto come causa di ricovero e decesso in questi casi. A preoccupare non sono solo le conseguenze fisiche della caduta, ma anche le ripercussioni psicologiche come la paura di cadere di nuovo, che possono accelerare il declino funzionale e generare depressione e isolamento sociale soprattutto nella popolazione anziana. I traumi da caduta hanno poi un costo in termini economici e studi hanno dimostrato che una riduzione del 20 per cento delle cadute consentirebbe circa 27.000 ricoveri in meno su base annua.
È pertanto necessario sviluppare politiche di prevenzione, attraverso la diffusione di linee guida e l'effettuazione di campagne di informazione e di educazione alla sicurezza, volte a ridurre l'incidenza degli infortuni in ambito domestico.
 

Alla luce di questa realtà, il Piano Regionale della prevenzione ha previsto interventi in merito alla sorveglianza ed alla prevenzione degli incidenti domestici e l’ASL 2, in collaborazione con l’AIDM (Associazione Italiana Donne Medico) e il Comune di Savona, ha ritenuto utile la partecipazione della popolazione alla conoscenza delle problematiche più frequenti, al fine di prevenire tali incidenti.
A moderare l’incontro La prevenzione degli incidenti domestici in programma presso la Sala Rossa del Comune di Savona che impegnerà i partecipanti per tutta la mattina, la Dott.ssa Marina Scotto, Direttore del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl2.
Le principali tematiche affrontate saranno l’incidenza e la tipologia degli interventi urgenti e di Pronto Soccorso per gli incidenti domestici, le fratture nell’anziano e traumatismi delle casalinghe, le cadute dell’anziano e la relativa prevenzione in casa e nelle Residenze Protette e infine i fattori di rischio caduta dell’anziano a domicilio con gli interessanti risultati dell’indagine condotta nell’Asl 2 savonese.


Interverranno Claudio Culotta, Referente Regionale per la linea progettuale del Piano Regionale della Prevenzione Sorveglianza e Prevenzione degli Incidenti domestici”, Maria Paola Briata, Direttore S.C. Igiene e Sanità Pubblica e Presidente AIDM Sezione di Savona, Danilo Cimolato, S.S. Centrale Operativa 118, Roberto Lerza, Direttore S.C. Pronto Soccorso e Osservazione Breve, Francesco Lanza, S.C. Ortopedia dell’Ospedale Santa Corona, Maurizio Modenesi, Direttore Dipartimento Cure Primarie e Cesare Cometto, Coordinatore Terapisti della Riabilitazione S.C. Anziani.

 

 






 
 
 
 

  



Queste pagine sfruttano standard di programmazione avanzata , sebbene i contenuti sono visibili con tutti i browser, una grafica più piacevole è ottenibile con un browser attuale. Se leggete questo messaggio, avete salvato la pagina sul Vs. disco, oppure siete in Internet con un browser non attuale. Se lo desiderate potete scaricare gratuitamente un browser standard attuale adatto alla Vs. piattaforma dal sito http://webstandards.org/act/campaign/buc/

Stampa ottimizzata con standard avanzati