Genova Anno VI - n°35 - 15.10.2008 Pagine Liguri

del 10/11/2008

 

Un successo per il Congresso sulla Neuroradiologia


Dott. Riccardo Padolecchia

Su iniziativa del reparto di Neuroradiologia, diretto dal Dott. Riccardo Padolecchia, si è tenuto, il 25 Ottobre, presso l’Ospedale Santa Corona, una riunione scientifica sulla storia della Neuroradiologia.
Il convegno, alla presenza del Sindaco di Pietra Ligure Dott. Luigi De Vincenzi e del Direttore del Presidio di Pietra Ligure-Albenga Dott. Eliano Delfino, ha visto la partecipazione, in qualità di relatori e moderatori, di illustri ed autorevoli esperti del settore, alcuni dei quali come il Dott. Giuseppe Scialfa del Niguarda di Milano, il Dott. Marco Leonardi del Bellaria di Bologna ed il Dott. Boris Bradac delle Molinette di Torino, fra i fondatori della neuroradiologia italiana. Essi hanno ripercorso la storia di questa disciplina dalle prime metodiche altamente invasive, che prevedevano per esempio l’iniezione di aria nel cranio per la diagnosi dei tumori cerebrali, attraverso il progressivo sviluppo della tomografia computerizzata e della risonanza magnetica, sino ad illustrare le tecniche più avanzate di diagnostica per immagini e di interventistica endovascolare e spinale nell’ambito della patologia cranio-spinale.
Fra i numerosi argomenti trattati, di fronte ad una numerosa platea di neurologi, neurochirurghi, neuroradiologi e radiologi, particolare interesse hanno destato le tematiche inerenti le potenzialità offerte dalle apparecchiature di risonanza magnetica ad alto campo nello studio del metabolismo cerebrale in vivo e nell’identificazione delle aree del cervello che regolano i movimenti, la sensibilità e la vista nell’ottica di facilitare l’intervento neurochirurgico, di fronte a lesioni come tumori o malformazioni vascolari situate in aree critiche del cervello. Sono state illustrate inoltre le possibilità del trattamento per via endovascolare sia dell’ischemia cerebrale acuta, con le nuove tecniche di recupero degli emboli cerebrali, sia degli aneurismi e delle malformazioni artero-venose intracraniche, utilizzando le tecnologie più avanzate del settore. Non meno importanti sono stati gli interventi sulle possibilità diagnostiche e trapeutiche nell’ambito della patologia spinale, in particolare sulla terapia transcutanea di stabilizzazione dei cedimenti vertebrali coinvolti da osteoporosi.


Soddisfazione del Dott. Padolecchia che, sintetizzando, giudica questo terzo convegno “un successo sia per il numero di partecipanti sia per la qualità dei relatori e delle tematiche trattate. In questo convegno sono state evidenziate tutte le possibilità di diagnostica e di terapia che una disciplina, quale la neuroradiologia, è in grado di effettuare. Grazie alla rapida evoluzione tecnologica degli ultimi anni anche la Neuroradiologia del Santa Corona, ribadisce il Dott. Padolecchia, applica tutti i percorsi diagnostico-terapeutici illustrati in questo convegno nell’ambito della patologia cranio-spinale. Essa, assieme al centro di Neuroscienze, rappresenta un polo di riferimento altamente specifico non solo del Ponente ligure, ma anche in ambito regionale ed extraregionale”.

 

 






 
 
 
 

  



Queste pagine sfruttano standard di programmazione avanzata , sebbene i contenuti sono visibili con tutti i browser, una grafica più piacevole è ottenibile con un browser attuale. Se leggete questo messaggio, avete salvato la pagina sul Vs. disco, oppure siete in Internet con un browser non attuale. Se lo desiderate potete scaricare gratuitamente un browser standard attuale adatto alla Vs. piattaforma dal sito http://webstandards.org/act/campaign/buc/

Stampa ottimizzata con standard avanzati