Genova Anno VI - n°35 - 15.10.2008 Pagine Liguri

del 07/11/2008

 

L’Asl 2 organizza le giornate reumatologiche savonesi


Dietro la generica definizione di malattie reumatiche si nascondono ben 180 tipi diversi di patologie.
Più del 50% della popolazione in Italia soffre, in un momento della propria vita, di una malattia reumatica acuta o cronica. Cinque milioni e mezzo di persone sono affette da una malattia reumatica, si tratta di un decimo dell’intera popolazione. Il 60-70% dei pazienti è rappresentato da adulti e anziani. Le patologie dell’apparato muscolo-scheletrico costituiscono la causa più comune di invalidità nei paesi industrializzati e rappresentano una delle più frequenti richieste di visite mediche, indagini diagnostiche e di assenza dal lavoro. Il costo socio-assistenziale nel nostro paese supera i 20 miliardi di euro all’anno ripartiti tra spesa sanitaria, costi sociale e perdita di capacità lavorativa e quindi di produttività.
Il paziente colpito da malattie reumatologiche vede comparire, ad un certo punto della sua vita, un forte dolore a livello articolare che gli impedisce di muoversi al meglio e che a volte non lo fa dormire la notte, che interferisce con la sua vita quotidiana, riflettendosi anche sulla vita familiare e sul lavoro.

Venerdì 7 e sabato 8 novembre si terrà a Savona il Congresso “Giornate Reumatologiche Savonesi” organizzato dal Dott. Francesco Versace, Direttore della Struttura Complessa di Reumatologia dell’Ospedale San Paolo di Savona.
Nelle due giornate di studio saranno trattati argomenti riguardanti i nuovi percorsi diagnostici-terapeutici sull’Osteoporosi grave con fratture vertebrali e sulle malattie infiammatorie croniche articolari, con particolare riferimento all’Artrite Reumatoide e alle Spondiloartriti.
Saranno presentate le novità sui farmaci biologici e sui loro meccanismi di azione.
La struttura Complessa di Reumatologia dell’Asl2 savonese presenterà dei dati che confermano l’importanza della Morfometria Vertebrale (la misurazione dell’altezza delle vertebre) nella diagnostica precoce delle fratture vertebrali da Osteoporosi. Saranno inoltre mostrati i primi resoconti su una sperimentazione svolta a livello mondiale (12 centri a livello nazionale) sull’utilizzo dell’Etanercept nel mantenimento a lungo termine dei pazienti con Artrite Reumatoide grave.
Parteciperanno, in qualità di relatori, esperti nazionali quali il Prof. Alberto Angeli dell’Università di Torino, il Prof. Ranuccio Nuti dell’Università di Siena, il Dott. Piercarlo Sarzi Puttini dell’Ospedale Sacco di Milano, il Prof. Giacomo Garlaschi e il Prof. Francesco Puppo dell’Università di Genova, il Dott. Giovanni Minisola di Roma e il Dott. Ignazio Olivieri di Potenza.
Il convegno è stato inserito nel programma ECM del Ministero della Salute per le discipline di Reumatologia, Medicina fisica e Riabilitazione, Ortopedia e Traumatologia, Endocrinologia, Medicina interna e Medicina generale.

 

 






 
 
 
 

  



Queste pagine sfruttano standard di programmazione avanzata , sebbene i contenuti sono visibili con tutti i browser, una grafica più piacevole è ottenibile con un browser attuale. Se leggete questo messaggio, avete salvato la pagina sul Vs. disco, oppure siete in Internet con un browser non attuale. Se lo desiderate potete scaricare gratuitamente un browser standard attuale adatto alla Vs. piattaforma dal sito http://webstandards.org/act/campaign/buc/

Stampa ottimizzata con standard avanzati