Liguria. Da lunedì riapriranno le scuole superiori, ma allarma il bollettino di ieri (+410 casi e +21 decessi)

289

In presenza ridotta, ma da domani riapriranno anche le scuole superiori in Liguria. “Da lunedì tornerà alla vita normale un pezzo importante della nostra popolazione, ovvero gli studenti delle scuole secondarie superiori, in presenza al 50%”, dichiara il presidente della Regione, Giovanni Toti. Nel savonese e nell’imperiese, che escono dalla zona rossa, torneranno in classe anche tutti i ragazzi delle seconde e terze medie. Attualmente in tutte le province liguri si conferma un’incidenza settimanale al di sotto dei 250 casi ogni 100mila abitanti, ovvero inferiore alla soglia fissata dal governo per i provvedimenti ulteriormente restrittivi. In Liguria l’incidenza è di 170 casi ogni 100mila abitanti: in provincia di Savona è di 241 casi ogni 100mila abitanti; nell’imperiese di 240 ogni 100mila abitanti; nello spezzino di 111 casi ogni 100mila abitanti; nella città metropolitana di Genova è di 138 casi ogni 100mila abitanti. “Da lunedì quindi, conclude Giovanni Toti, anche le province di Imperia e Savona usciranno dalla zona rossa e torneranno in fascia arancione.”

I dati di ieri: +410 nuovi casi di positività al SARS-CoV-2 e +21 decessi, con il totale che sale così a 3.971. I pazienti COVID ospedalizzati sono 731; di questi, 76 si trovano in terapia intensiva. Dei 483.380 vaccini consegnati, ne sono stati somministrati 387.924, ovvero l’80%.