Liguria “bicolore”, arancione nel Levante e rossa nel Ponente

100

Da lunedì 6 aprile la Liguria torna in fascia arancione, una delle poche Regioni del nord Italia, ma il ponente resta ancora in zona rossa. “Abbiamo ritenuto di agire nell’ottica della prevenzione prima che potessero crearsi situazioni di allarme negli ospedali, per riportare rapidamente sotto controllo la curva dei contagi”, dichiara il presidente della Regione, Giovanni Toti. Dunque, per effetto dell’ordinanza, fino all’11 aprile i territori dell’imperiese e savonese rimangono in zona rossa, mentre il resto della Regione torna in zona arancione. Permane fino a domenica 11 in tutta la Liguria il divieto di raggiungere le seconde case (o beni assimilabili come imbarcazioni o roulotte). Per quanto riguarda le scuole, fino all’11 aprile è confermata la didattica a distanza al 100% per le secondarie di secondo grado, statali e paritarie, oltre che per la formazione professionale (IeFP), gli istituti tecnici superiori (Its) e i percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore (Ifts). Esclusivamente nell’imperiese e nel savonese, la zona rossa fino all’11 aprile comporta la didattica a distanza al 100% anche per la seconda e la terza media.

Ieri sono stati 402 i nuovi positivi in Liguria, dove nelle ultime 24 ore sono stati processati 2.571 tamponi molecolari e 1.330 tamponi antigenici rapidi. Di seguito il dettaglio dei nuovi positivi, riferito alla residenza della persona testata

IMPERIA
Asl 1: 47

SAVONA
Asl 2: 138

GENOVA
Asl 3: 199
Asl 4: 11
totale: 210

LA SPEZIA
Asl 5: 7