L’attrice Valeria Graci e Global Humanitaria Italia Onlus on air per fermare la violenza psicologica

1664

Ogni giorno milioni di persone, donne, uomini e bambini, sono vittime di violenza psicologica, in famiglia, a scuola, sui posti di lavoro: una forma subdola, perversa e insidiosa di abuso in cui qualcuno esercita potere e controllo in modo potente e distruttivo su qualcun altro. Secondo i dati Istat (2014) solo tra le donne sono circa 4,4 milioni quelle che hanno dichiarato di subire o di aver subito violenza psicologica dal partner attuale. È un fenomeno criminoso di proporzioni enormi, di cui in Italia si parla ancora troppo poco, principalmente per la difficoltà di riconoscimento da parte di chi lo subisce. Per questo è nato il progetto “La Violenza Psicologica Uccide. Fermiamola Ora!”, promosso da Global Humanitaria Italia Onlus con la criminologa Cinzia Mammoliti, grazie al quale è stato messo a disposizione delle persone che vivono queste situazioni un numero telefonico (848 808 838) per ricevere aiuto e agevolare il contatto con la rete di professionisti (avvocati, psicologi, ecc.) che l’associazione ha coinvolto. Per sostenere il progetto contro la violenza psicologica, Global Humanitaria Italia Onlus lancia la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi con Sms solidale al numero 45505. Lo spot da 30 secondi sarà on air dall’1 al 14 settembre su La7 e dal 4 al 10 settembre su Sky. Per quanto riguarda la radio, dall’1 al 3 settembre sono previsti tre passaggi giornalieri da 30 secondi su Radio Deejay. Tutti potranno dare un contributo donando 2 Euro con un Sms oppure 2 o 5 Euro con una chiamata da rete fissa.
La campagna può contare sul sostegno della testimonial Valeria Graci, la vulcanica imitatrice, presentatrice e attrice che dal 2015 ha sposato i progetti solidali di Global Humanitaria: “Sono felice di sostenere questa causa, di portare alla luce un fenomeno di cui si parla ancora troppo poco e di cui sono vittima ogni giorno molte persone senza distinzione di genere. Confido nella sensibilità di tutti per il supporto a questo progetto di Global Humanitaria Italia Onlus in cui credo fortemente”, dice Valeria Graci. Nello spot compaiono delle persone comuni che subiscono una forma di violenza che non si vede e che nella campagna viene espressa attraverso lo scorrimento sui loro volti di frasi svilenti e offensive. All’apparire del numero telefonico per donare l’Sms, queste stesse persone con le mani spostano via le frasi che esprimono la violenza subita, si riscattano, reagiscono e finalmente si liberano.