“Kit SARS-CoV-2”, il test che da oggi assicura diagnosi in 20 minuti

621

Da oggi è disponibile un nuovo kit in grado di assicurare la diagnosi di COVID-19 in 20 minuti. Il nome del nuovo test diagnostico rapido è kit SARS-CoV-2 e nasce dalla collaborazione tra A. Menarini Diagnostics e Credo Diagnostics Biomedical, che hanno firmato un accordo di distribuzione esclusiva anche per altri test in grado rilevare altri tipi di infezioni respiratorie (RSV e gruppo Strep).

 

COME FUNZIONA IL TEST

Una volta prelevato da personale sanitario, il campione naso o orofaringeo viene inserito in un flaconcino contenente un liquido e agitato. Il suo contenuto verrà quindi versato in un altro flaconcino, contenente il reagente che, una volta richiuso, verrà inserito all’interno del sistema VitaPCR™, avviando il processo di analisi. Entro 20 minuti lo strumento rilascia il risultato a schermo, indicando negatività o positività del campione analizzato. Lo strumento è già marcato CE ed è proprio questo marchio che ne ha consentito la commercializzazione.

DOVE SI USA

Il test Covid-19 in diagnostica molecolare e relativo strumento sono fondamentali per le strutture di prima accoglienza e nelle terapie intensive. Questi kit diagnostici utilizzano la tecnologia di reazione più accurata, su strumentazioni Point-Of-Care, caratterizzate dall’essere di minimo ingombro (della dimensione di un dizionario) e alta semplicità di utilizzo, consentendo la diagnosi immediata in contesti come, per esempio, pronto soccorso, tende triage, aeroporti, porti, stazioni ferroviarie.

“In queste ultime settimane, Menarini Diagnostics ha lavorato incessantemente per riuscire a fornire un aiuto agli operatori sanitari nel contrastare il virus”, dichiara Fabio Piazzalunga, Direttore Generale di Menarini Diagnostics. “Ritieniamo fondamentale avere soluzioni che permettano la diagnosi di casi positivi riducendo al massimo i tempi, portando lo screening là dove serve ed eseguendolo in modo veloce e con tecnologie accurate. Grazie alla collaborazione con Credo Diagnostics Biomedical, il Gruppo Menarini spera di poter dare un supporto sostanziale agli operatori sanitari.” Insomma uno strumento in più, e non di poco conto, che velocizza la diagnosi, e che porta anche la firma di un’azienda italiana. “Abbiamo sempre ritenuto che i test Point of Care con diagnostica molecolare siano il futuro”, commenta Winston Wong Jr., Chairman di Credo Diagnostics Biomedical. “Siamo lieti di collaborare con Menarini per rendere disponibili questi test e salvare vite, in particolare in un momento di crisi come questo.”