Invecchiamento più precoce per le donne con scarsa attività fisica

1301

Alcuni ricercatori dell’University of California San Diego School of Medicine hanno dimostrato che le donne sedentarie e con scarsa attività fisica hanno cellule biologicamente più vecchie della loro età anagrafica, con il rischio anche di un numero maggiore di malattie. Emerge infatti che le donne anziane con meno di 40 minuti giornalieri di attività fisica da moderata a intensa, abituate a restare sedute per più di 10 ore al giorno, avevano un danno a livello dei cromosomi e in particolare a livello della loro porzione terminale, conosciuta con il nome di telomeri, che risultavano più corti. “Le cellule invecchiano più velocemente con uno stile di vita sedentario e l’età anagrafica non sempre corrisponde a quella biologica”, afferma Aladdin Shadyab, autore della ricerca. “Abbiamo anche scoperto che le donne più sedentarie non hanno telomeri più corti se fanno attività fisica per almeno 30 minuti al giorno, come consigliato dalle linee guida nazionali. L’attività fisica – conclude Shadyab – dovrebbe dunque continuare a far parte della nostra vita quotidiana, anche quando diventiamo più anziani, anche a 80 anni.” Lo studio è stato pubblicato sull’American Journal of Epidemiology ha interessato 1500 donne di età compresa tra i 64 e i 95 anni.