Speranza: “Misure restrittive fino al 13 aprile”. Le attività consentite

331

Il Ministro Salute, Roberto Speranza, nell’informativa al Senato sull’emergenza legata all’epidemia del coronavirus è stato categorico: “Misure restrittive fino al 13 Aprile 2020. Non è il tempo delle mezze parole. Voglio ribadire un concetto espresso dalla comunità scientifica. Attenzione a non commettere errori adesso, attenzione ai facili ottimismi”, avverte. “La battaglia è molto lunga. Non possiamo e non vogliamo abbassare la guardia. Siamo nel pieno di un’esperienza durissima e drammatica, avremo tempo e modo di valutare ogni atto e conseguenza, ma a tutti è chiara una cosa: il Servizio sanitario nazionale è il patrimonio più prezioso che possa esserci e su di esso dobbiamo investire con tutte le forze che abbiamo. Sono convinto che il Parlamento saprà essere all’altezza di questa sfida.”

LE ATTIVITÀ CONSENTITE

In base alle ultime novità decise del Governo:

  • I bambini possono passeggiare con 1 dei 2 genitori in prossimità della propria abitazione;
  • Si può portare fuori il cane rimanendo in prossimità della propria abitazione;
  • Si può uscire di casa per andare a fare la spesa, per andare in farmacia, per andare a comprare i giornali;
  • Si può uscire “per assolvere a una necessità della vita quotidiana per sé o per la famiglia”, e quindi per raggiungere un negozio per comprare un bene utile alla famiglia;
  • L’attività motoria è consentita ma in prossimità della propria abitazione, da soli e mantenendo almeno un metro di distanza da ogni altra persona. Rimarranno chiusi i parchi.

Da tutte queste piccole concessioni si sono dissociate Lombardia, Veneto e Campania, in cui rimangono in vigore le ulteriori restrizioni già precedentemente approvate.