Acidosi tubulare renale distale (dRTA)

1061

Una malattia rarissima dei tubuli renali, ereditaria e cronica, difficile da riconoscere e da diagnosticare che in Italia affligge circa 5 persone su 1milione. L’acidosi tubulare renale distale (dRTA) si caratterizza per un’insufficiente acidificazione delle urine, con diminuzione dei normali valori del bicarbonato e del potassio ematico. Il primo fondamentale passo per riconoscere questa malattia rara è quello di promuoverne la conoscenza. È per questo che a Padova, il 21 e il 22 settembre 2019, si svolgerà il primo incontro nazionale interamente dedicato all’acidosi tubulare renale distale, nato dall’entusiasmo di due genitori e dal gruppo Facebook ATR Acidosi Tubulare Distale Renale, con la collaborazione della associazione Il Sogno di Stefano e AMaRTI (Associazione Malattie Renali della Toscana per l’Infanzia) di Firenze. L’evento sarà un’occasione di confronto tra medici e pazienti sul piano scientifico, che continuerà anche domenica 22 settembre con un momento di aggregazione e condivisione su questa patologia. L’incontro è realizzato con la collaborazione di medici del reparto di Nefrologia pediatrica dell’Ospedale Meyer di Firenze; dell’unità di Nefrologa Pediatrica dell’Ospedale Maggiore Policlinico Milano; del centro di Pediatria dell’Ospedale Policlinico di Sant’Orsola di Bologna e il reparto di Nefrologia pediatrica dell’Azienda Ospedaliera dell’Università di Padova. L’iniziativa ha il patrocinio di: Comune di Padova; Società Italiana di Nefrologia Pediatrica; Rete Italiana per le malattie renali in età pediatrica; Lions Club Distretto 108 Ta3. Tra i sostenitori, la scuola italiana di sci Scie di Passione; L’Osservatorio Malattie rare è media partner dell’incontro.