Incontinenza: difficoltà per i pazienti a ricevere placche, sacchetti e cateteri

590

In una lettera, 8 Associazioni pazienti (FAVO, FINCOPP, Faip, FISH, Aistom, AIMAR Onlus, ASB, FISH Puglia) denunciano come molti malati siano in grave difficoltà per ottenere dalle ASL (Ufficio Protesi) sacche, placche, cateteri, rinnovi pratiche, attivazione pratiche, etc. e chiedono l’intervento delle Istituzioni. Coloplast Italia, accoglie, e risponde all’appello offrendo un aiuto concreto con la garanzia sulla consegna delle forniture su tutto il territorio nazionale alle migliaia di persone che utilizzano i loro dispositivi. “L’attuale situazione causata dal Covid-19 ci porta ad affrontare un’importante sfida”, dichiara Patrizia Turrini, Direttore Generale di Coloplast Italia. “Per questo abbiamo messo a disposizione del Paese le nostre competenze e le nostre risorse. Abbiamo avviato un piano straordinario per garantire la fornitura dei nostri prodotti e servizi ai nostri pazienti e contribuire in maniera attiva agli sforzi delle Istituzioni che mirano a non allargare la diffusione del virus. Con questo piano straordinario abbiamo messo in campo azioni a tutela delle persone, siano clienti, collaboratori o fornitori. Non mi riferisco in particolare a pazienti affetti da coronavirus, ma anche a tutte le persone che necessitano dei nostri prodotti e che la situazione nazionale indotta dal virus pone in una situazione di difficoltà, sia medica sia psicologica. È stato attivato un gruppo di lavoro, in continuo contatto con Istituzioni e Autorità che gestiscono l’emergenza, per garantire aggiornamenti tempestivi offrendo anche la garanzia sulla puntuale consegna delle forniture su tutto il territorio nazionale, zone più critiche comprese.”

“L’azienda danese con sede italiana a Bologna, continua a raggiungere capillarmente ogni giorno migliaia di italiani stomizzati, costretti a vivere con un ‘sacchetto’ per la raccolta delle feci e delle urine, e di cateteri urologici, perché – aggiunge Turrini – ora più che mai in questa situazione di emergenza noi di Coloplast sentiamo più forte la responsabilità e l’impegno pressante di un importante ruolo sociale. In Italia ci sono circa 80mila persone stomizzate, cioè pazienti incontinenti 24 ore su 24. Convivere con una stomia crea gravi disagi non soltanto allo stomizzato ma all’intero gruppo familiare, come pure nei rapporti relazionali e nel contesto lavorativo e sociale. La mission di Coloplast – conclude – è quella di garantire alle persone che utilizzano i suoi dispostivi una migliore qualità di vita e siamo sempre pronti giornalmente a soddisfare le loro esigenze. In questo periodo, tramite la modalità smart-working, siamo in grado di garantire una continua assistenza telefonica con operatore specializzato e un indirizzo di posta elettronica quali rivolgersi. Il Numero Verde 800 064 064 è dedicato per tutti gli utilizzatori dei prodotti Coloplast; la chiamata è gratuita ed è attiva dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00.”