L’impatto del Covid sul glaucoma

318

Dal 9 al 12 marzo, i maggiori esperti nazionali di Glaucoma si riuniranno online per condividere le esperienze su che cosa sia accaduto in quest’anno di pandemia. “È esperienza condivisa da tutti gli specialisti oculisti che nel primo lockdown molti ambulatori e reparti ospedalieri sono stati chiusi e molti pazienti sono stati impossibilitati ad effettuare i controlli presso i loro centri di riferimento ed anche se c’era la possibilità di uscire per comprovati motivi strettamente legati alla salute”, afferma Stefano Miglior, presidente AISG. “I pazienti disorientati e impauriti dal rischio di contagio hanno saltato le visite di controllo e a volte anche interrotto la terapia farmacologica, e rinunciato a quella chirurgica. La terapia chirurgica, che spesso è riservata ai casi più complicati, si è ridotta drasticamente, mettendo a rischio i pazienti di andare incontro a peggioramenti a volte anche devastanti del loro campo visivo. Ricordiamo – prosegue Miglior – che un glaucoma non monitorato e controllato con la terapia farmacologica o chirurgica porta alla cecità irreversibile… E il glaucoma non aspetta.”

MA QUALI SONO LE NUOVE ARMI NELLA TERAPIA MEDICA DEL GLAUCOMA?

“A tutt’oggi nuove armi nella terapia medica del glaucoma non sono ancora state introdotte in Italia”, prosegue Miglior. “Abbiamo a disposizione una significativa batteria di molecole che, in mono-terapia o terapia combinata, permettono di gestire un numero elevato di pazienti. Ricordiamo i derivati delle prostaglandine, i beta-bloccanti, gli alfa-stimolanti, gli inibitori dell’anidrasi carbonica, tutti utilizzabili sotto forma di collirio. All’orizzonte sono in arrivo due classi di molecole, gli inibitori delle Rho-Kinasi e l’ossido nitrico. Le metodiche diagnostiche del Glaucoma sono sempre non invasive: la diagnosi o il sospetto diagnostico si basa sempre sulla valutazione clinica oftalmologica da parte dell’oculista e si fonderà sull’osservazione dello stato della papilla ottica durante una normale visita oculistica, sul risultato dell’esame del campo visivo e sulla misurazione della pressione oculare.”