HIV. “Fatti un regalo: fai il test!”

1252

Campagna LILA Onlus per la diffusione del test rapido per l’HIV. Una persona su quattro con infezione da HIV nel nostro Paese non è a conoscenza del proprio stato di positività. Secondo i dati dell’Istituto Superiore di Sanità, infatti, oltre la metà delle diagnosi avviene in una fase molto avanzata dell’infezione. Ciò può avere pericolose conseguenze sia per se stessi che per gli altri. Per se stessi perché chi scopre tardivamente l’infezione ha minore possibilità di iniziare per tempo le opportune terapie, rischiando così di giungere alla fase conclamata della malattia; per gli altri perché, non essendo a conoscenza del proprio stato di infezione, si può favorire la diffusione del virus. Ma oggi grazie ai test rapidi per l’HIV sapere può essere davvero molto semplice e immediato. Il test può essere condotto sia su sangue che su fluido orale, anche al di fuori dei presidi sanitari, e dà un esito attendibile nell’arco di poche decine di minuti. Purtroppo ancora in molti non sono al corrente della sua esistenza.

È proprio per diffondere la conoscenza e l’accesso gratuito al test rapido che, dal 20 novembre al 3 dicembre, LILA – Lega Italiana per la Lotta contro l’Aids promuove “Fatti un Regalo: Fai il test!”, la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi con numero solidale 45517. Con i fondi raccolti LILA potrà proseguire a informare i cittadini e incoraggiare l’accesso al test rapido, renderlo disponibile gratuitamente presso le proprie sedi locali e formare il personale sulle procedure di somministrazione in modo tale che possa essere effettuato anche in contesti non convenzionali e in orario serale o durante il week-end. Realizzerà inoltre specifiche giornate di offerta del test rapido salivare alla popolazione, con il supporto di équipe multidisciplinari di medici e operatori esperti nel counselling e metterà a disposizione linee telefoniche dedicate alla consulenza sui comportamenti a rischio e al counselling pre-test, oltre che una sezione “speciale” con indicazioni dei centri di screening sul sito nazionale lila.it e sui siti locali.